fbpx

Carabinieri, cambio alla Stazione di Ischia. Saluta Cimmino, arriva Soriente

Must Read

Tra pochi giorni il Luogotenente C.S. Michele Cimmino, Comandante della Stazione CC di Ischia, terminerà il proprio incarico. Ieri, durante una emozionante cerimonia informale, lo stesso ha salutato i colleghi e i rappresentanti dell’ANC.
Da oltre 6 anni, Cimmino si è distinto in ogni attività, arricchendo il proprio bagaglio professionale e umano, confrontandosi quotidianamente con la comunità locale, con la quale ha instaurato un rapporto speciale incentrato sulla disponibilità e lealtà. Rivolgendosi ai Cittadini di Ischia, Cimmino ne ha elogiato il carattere e l’operosità.

Il Lgt CS Cimmino saluta tutte le Istituzioni isolane ringraziandole per la sincera e schietta collaborazione, nonché i colleghi delle altre FF.OO., evidenziandone la correttezza e lo spirito costruttivo dei rapporti instaurati. Il Comandante ha ringraziato anche la stampa locale per il costante confronto cordiale.
Per i collaboratori della Stazione di Ischia, Cimmino ha riservato parole di grande affetto e di ammirazione, menzionando l’eccezionale supporto e lo spirito di squadra costruito in questi 6 anni.

In ultimo, Cimmino ha ringraziato la propria famiglia, che ha sempre condiviso le proprie scelte incoraggiandolo in ogni circostanza senza fargli mancare mai l’affetto e l’amorevole comprensione.
Dal 06 settembre, il Luogotenente CS Salvatore Soriente, attuale Comandante della Stazione di Forio, prenderà le redini della Stazione di Ischia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»