“Cara (nel senso di costosa) Italia”, altro che “cura” | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 17 marzo 2020

0

Criticarono fortemente Renzi per la trovata della “elemosina” da ottanta euro al mese, tirandosi una bottigliata tafazziana in virtù del gradimento più che scontato da parte dei lavoratori dipendenti. Oggi, in società al Governo, il Movimento Cinque Stelle e l’ex ala incazzata del PD, con quel che resta a mo’ di codazzo petente dell’estrema sinistra italiana, lo hanno imitato alla grande, varando una manovra (la cosiddetta “Cura Italia”) che il Premier Conte, in conferenza stampa, ha definito PODEROSA ma la cui potenza, onestamente, sfugge a noi comuni mortali con un po’ di materia grigia funzionante.

In spagnolo il termine PODEROSO può essere tradotto anche come ONNIPOTENTE. Beh, io credo che il delirio d’onnipotenza del Premier mio omonimo sia tale da pretendere, insieme a tutti i suoi alleati, che il cervello di tutti noi sia posto all’ammasso. Fortuna che non è così!

Non fateVi ingannare dalle apparenze, amici Lettori! Al di là di interventi nei cosiddetti “massimi sistemi”, questa manovra è l’ennesima, sterile, irriguardosa “menata di confetti” che all’apparenza sembra elargire tantissimo all’insegna dei fatidici venticinque miliardi, ma che nei fatti si limita a differire di appena un paio di mesi, salvo rateizzo a cinque, ciò che andava pagato da qui a maggio. I cinquecento euro una tantum (va ricordato, solo per liberi professionisti con partita i.v.a., co-co-co, lavoratori agricoli a tempo determinato e operatori dello spettacolo), così come i cento euro in busta paga a marzo, diciamocelo con chiarezza, sono acqua che non disseta; unici regali di questa manovra che, statene pur certi, ci verrà chiesto di restituire con salatissimi interessi non appena andrà saldato, in un modo o nell’altro, il conto dello sforamento all’Unione Europea, magari con un biennio in più per le verifiche fiscali (a proposito, aveva ragione o no Porro?).

Bene ha scritto qualcuno su WhatsApp: ci inducono alla festa per prepararci all’ennesima forca, senza farina. Altro che “cura”. Peggio dell’olio di ricino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui