Cannabis light e Omosessualità. Antonietta Manzi: “Caro Loffredo, ci dobbiamo scandalizzare e in che ordine di priorità?”

9

Al dottor Loffredo non piacciono i distributori di cannabis light installati a Panza e a Citara. E, così come abbiamo appreso, non piacciono neanche gli omosessuali. A margine delle sue dichiarazioni, commentate e bocciate da alcuni utenti del web come Emanuele Verde che sentenzia: “Noi ci scandalizziamo per l’omosessualità e non ci scandalizziamo per questi distributori” dice tale Mimmo Loffredo, amministratore del comune di Forio a proposito dell’installazione di due distributori di cannabis light a Citara e Panza. Io mi scandalizzo di una supercazzola del genere nel XXI secolo”, c’è una provocazione e una domanda di Antonietta Manzi che riprendiamo.

Una domanda chiara e semplice  a cui è facile anche rispondere: «Nell’edizione di sabato scorso, il notiziario serale di Nuvola TV – emittente locale ischitana – ci ha presentato un’intervista al consigliere comunale di Forio Domenico Loffredo, di professione medico chirurgo. Il tema è l’installazione di distributori di cannabis light (quindi prodotti del tutto legali)  in due punti del Comune, uno a Panza e uno a Citara.

Tralasciando il merito della questione, su cui il consigliere ha peraltro espresso opinioni all’insegna del più logoro proibizionismo, che meriterebbero una discussione a parte, vorrei portare l’attenzione su un passaggio ai miei occhi controverso del suo discorso. Riporto letteralmente: ” Noi ci scandalizziamo quando vediamo un omosessuale, quando ci parlano di cose legate all’omosessualità, ma come è possibile che sull’isola d’Ischia le persone non si scandalizzano per quanto riguarda questi distributori?”.

Ecco, chiedo pubblicamente al consigliere dott. Loffredo un chiarimento rispetto a queste parole. Non voglio intendere male, né sovrapporre interpretazioni, perciò domando in maniera diretta a chi le ha pronunciate di aiutarmi a capire. Di cosa esattamente, nel 2020, ci dobbiamo scandalizzare e in che ordine di priorità? Mi rivolgo all’amministratore pubblico e al medico.

Ringrazio tutti coloro che vorranno condividere questo mio intervento, facendolo magari arrivare a stretto giro al diretto interessato.»

9 Commenti

  1. Proprio xe non ci scandalizzano più di nulla l italia é un paese che va a putt….! Tutto è lecito oramai. Chi se ne frega è più facile fare finta di nulla piuttosto che opporsi a certe cose. L opporsi richiede sforzo, battaglie, sacrifico. Il popolo italiano è diventato inetto non reagisce a nulla e alle porte del 2020 non c è da scandalizzarsi vedere minorenni per strada vestite come donne da bordello. Mica ci scandalizzano se la mamma di quella minore mal vestita imita la figlia, fino ad arrivare al punto di entrarci in competizione. Non dobbiamo scandalizzarsi dobbiamo semplicemente fare finta di nulla come suggerisce la sig.ra Manzi, voltiamoci dall altro lato é meno sacrificante. In merito agli omosessuali, ognuno è libero di vivere la propria sessualità come meglio crede, su certi eccessi fatti in mezzo alla strada da qualche omosessuale avrei da ridire ma questo è altro discorso.

  2. Il Dott. Loffredo in alcuni aspetti ha ragione ,
    se questi disributori sono instllati senza nessun controllo di telecamere e tutti ne hanno accesso compreso i minori , ci troveremo un futuro con molti giovani che faranno uso di droghe pesanti.

    I minorenni cominciando con spinelli light e legali ,non tutti ma una percentuale di loro potrebbero cercare in futuro droghe piu` pesanti.

    A mio parere, padre di figli, lo tengo giusto e` ragionevole il discorso del Dottore Loffredo,
    devono essere vendute solo a maggiorenni nei negozi da persone specializzate per avere anche info su questeo tipo di prodotto nuovo sul mercato.

  3. siete dei trogloditi e degli ignoranti.
    Non vale neanche la pena commentare le vostre “baggianate”, ma quando c’e’ omofobia (scandalizzarsi per l’omosessualita’) e l’ignoranza (passare da droghe light a pesanti), bisogna sempre rispondere duramente.
    Le persone di cui scandalizzarsi siete voi, piccoli trogloditi dell’eta’ della pietra.
    Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa siamo tutti liberi.
    Asini asini asini

  4. Più che gay mi scandalizza la sua demenza. Qui parliamo della tutela dei minori in particolar modo bisogna evitare a tuti i costi che minori possano, attraverso sistemi truffaldini (cod.fisc di un adulto) poter accedere ai distributori di cannabis ligh e/O tabacchi, all insaputa dei tutori ossia i genitori. Per quanto riguarda il suo ” qui siamo tutti liberi ” le consiglio di andare a vivere in una foresta con qualche tribù, ove non vige alcuna regola sociale atta a regolamentare il vivere civilmente. Li le sarà consentito di andare in giro col culo da fuori e magari attirare a sé una miriade di attenzioni maschili. Pertanto chi possiede un “io” da troglodita probabilmente é lei

  5. caro francesco,
    per evitare che i giovani si avvicinano alle sostanze nocive, ci vuole una buona educazione ed essere presenti con i figli, cioe’ accompagnarli nella loro vita (se qualcuno diventa dipendente da qualche sostanza, c’e’ sempre un disagio dietro, e la maggior parte delle volte, sono i genitori , anche in buona fede , a commettere errori); inoltre uno spinello non ha mai ucciso nessuno.
    Per quanto riguarda la liberta’, dovresti andarti a leggere un po gli articoli delle varie leggi e della costituzione e trovare quello che dice che e’ vietato vestirsi in questo o in quel modo. Fortunatamente non siamo in un paese medioevale come quelli musulmani………
    Infine chiudo questa conversazione facendole sapere che per lavoro (ricercatore in biologia molecolare e cellulare da 20 anni circa e con 50 pubblicazioni scientifiche tra cui Nature), giro il mondo e vivo all’estero e fino ad ora non posso che vergognarmi della mentalita’ troglodita che ancora esiste sulla mia isola.
    Contento di essere considerato demente da lei, la saluto e spero che si acculturi un po’.
    Povera Ischia

  6. Conoscendo Loffredo do interpretazione diversa alle sue parole .
    ancora c’è gente che si scandalizza nel vedere 2 uomini al tavolo di un ristorante quanto 2 donne baciarsi e così via , possibile che nessuno senta la necessità di preoccuparsi della deriva procurata dalla droga ?
    Un genitore probabilmente si dannerebbe l’anima per un figlio omosessuale ma non per uno che fuma droga ( leggerà oggi , meno leggera domani )
    Sulla omosessualità e del commercio mediatico che ne fanno ci sarebbe da scrivere libri .
    C’è una parte omosessuale in tutti noi e nasconderla o sperare di nasconderla è l’errore più grosso che si possa fare .
    Avere paura di accettarla, spesso a causa della società e della famiglia, è massacrante per la propria autostima, si generano mostri …
    Lo stesso esternarla in modo ossessivo .
    Esaltarsi in manifestazioni pro omosessualità è uguale a esaltarsi per manifestazioni contrarie .
    Si torna al discorso Deprimente dell’ 8 marzo …
    Chi è in pace con la propria sessualità non deve sentire il bisogno di difenderla o imporla, rischia di dimostrare il contrario….specialmente per gli “ etero” che in realtà non accettano la Loro parte “omo” .
    Il discorso è lungo…
    Riguardo la cannabis ritengo che sia solo un mezzo come altri per fare soldi.
    Solo che questo è meschino .
    Il fatto che è droga leggera e non fa male mi fa innervosire …. parafrasando è come fare giocare alle slot machine Senza soldi un bimbo di 10 anni E poi sperare che non impazzisca a venti una volta esauriti pensione dei nonni e stipendi dei genitori …
    Vendere caramelle al “ gusto” di droga a un quattordicenne significa educarlo alla “ materia”
    Farli sentire “diversi” Se non lo fanno è ancora più meschino .
    Mia figlia a tredici anni è stata più volte fermata da un commerciante di sta monnezza fuori al suo “ negozio” ed invitata ad assaggiare caramelle al gusto cannabis….
    Dicendole che era stupida se non lo faceva .
    Mia figlia è tosta e ha consigliato di farsele salire su per il deretano …
    Di questo nessuno si scandalizza , ci scandalizziamo per 2 uomini che si baciano
    Questo è il senso delle parole di un medico .
    Non travisate .

  7. bravi bravi bravi. Ancora nel 2020 ci si scandalizza perchè una persona è omosessuale. Non oso nemmeno immaginare quanti personaggi che manifestano la loro integrità morale magari pure padri di famiglia non siano andati una volta o forse più a prostitute o chissà che altro. In quanto alla droga è vero che siamo difronte a una piaga sociale che in un futuro non lontano potrebbe costare molto alla sanità pubblica,ma è altrettanto vero che il controllo in primis sugli adolescenti spetta alla famiglia. Bisogna spiegare ai ragazzi i rischi e pericoli a cui vanno incontro.Non bisogna emulare gli altri solo perchè fanno questo o quello, imprimere la propria personalità ecco cosa bisogna fare senza il condizionamento altrui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui