fbpx
HomeprimopianoCampo sportivo di Panza, tra incarichi e appalti resta… abbandonato! La denuncia...

Campo sportivo di Panza, tra incarichi e appalti resta… abbandonato! La denuncia del consigliere di minoranza Dino D’Abundo

Appaltati gli interventi per la sicurezza dello spogliatoio, si pensa a nominare il supporto al rup, il direttore dei lavori e il coordinatore. Ma intanto «la struttura attualmente versa nel più assoluto degrado a causa delle inefficienze e dimenticanze dell’Amministrazione»

Tra i tanti faraonici progetti varati da Del Deo e finanziati dalla Città Metropolitana di Napoli rientra anche quello pomposamente denominato “Interventi per la conservazione del livello di sicurezza dello spogliatoio del campo sportivo – Via Mario D’Ambra”.

Un progetto che aveva preso le mosse diversi anni fa e per il quale De Magistris ha erogato un finanziamento per 267.440 euro, di cui 190.106 per i lavori. Solo di recente il Comune ha appaltato gli interventi alla “P.M. Costruzioni Società Cooperativa” di Quarto per un importo contrattuale “scontato” di 143.240,33 euro complessivi.

Fatto sta che in attesa della realizzazione di questi lavori il campo di Panza resti nel più totale abbandono. Ma questo ovviamente preoccupa poco amministratori come Del Deo, più che altro interessati ad affidare appalti e conferire incarichi vari.

Ed infatti per questo progetto che riguarda il solo spogliatoio si sono resi necessari ben tre incarichi tecnici, di cui uno solo interno. Ad iniziare dall’ormai immancabile supporto al rup, affidato all’arch. Carla Mattera per una spesa di 3.637 euro oltre oneri fiscali e previdenziali.

Ma non è finita. Perché una volta appaltati gli interventi, si devono nominare anche il direttore dei lavori e il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione. Il dirigente del I Settore arch. Marco Raia ha interpellato gli altri responsabili degli uffici e per il solo incarico di direttore dei lavori si è reso disponibile l’arch. Giovanni Matarese, in organico all’VIII Settore. In questo caso spettano solo gli incentivi previsti.

Discorso diverso per il coordinatore per la sicurezza, per il quale nessun tecnico si è reso disponibile. E così per l’affidamento a professionista esterno Raia ha proceduto alla solita trattativa diretta sul Mepa sull’importo base di 6.746,73 euro oltre Iva e Cassa. Contrattando con l’arch. Floriana Carraturo di Ischia che ha offerto 6.650 euro oltre Iva e Cassa. Anche questo incarico è stato aggiudicato, dunque.

Peccato che tutti questi anni di “gestazione” del progetto non abbiano giovato al campo e alla sua fruizione, praticamente impossibile. Come evidenzia senza mezzi termini il consigliere di opposizione Dino D’Abundo: «Mentre il sindaco Del Deo pensa solo alle nomine e agli appalti i ragazzi di Panza restano senza un campo sportivo. La struttura attualmente si presenta abbandonata nel più assoluto degrado a causa delle inefficienze e dimenticanze dell’Amministrazione».

Si parla di mettere in sicurezza lo spogliatoio ma intanto anche le porte risultano rotte. Una palese incuria che fa a cazzotti con i tanti bei paroloni che servono ad ottenere i finanziamenti per le opere. Ma per D’Abundo «siamo ormai purtroppo abituati al modo di gestire il paese e le strutture di questa maggioranza…».

Chissà come cambieranno le cose con l’esecuzione dei lavori. Le incongruenze e i veri e propri disastri che troppo spesso caratterizzano le opere pubbliche non inducono all’ottimismo. I ragazzi di Panza riusciranno ad avere un campo funzionale e fruibile? L’opposizione sicuramente intende vigilare su come Del Deo spenderà (o sperpererà) realmente il finanziamento.

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui