fbpx

Campo sportivo di Fiaiano, ricorso al Tar per annullare tutto! La “Miami Luxury Finance” non ci sta

Must Read

Qualche settimana fa avevamo sollevato il caso della procedura adottata dal Comune di Barano per affidare in concessione per dieci anni il campo sportivo di Fiaiano. L’esito della gara aveva suscitato numerosi dubbi, sospetti e polemiche. Ammessi solo due concorrenti e gli altri esclusi con una serie di motivazioni tecniche, legali ed economiche, alla luce di un bando che appariva sicuramente “pasticciato”, in particolare per quanto riguarda il piano economico finanziario. Il Comune, ad ogni modo, aveva affidato la gestione della struttura alla A.S.D. “Body Ballet Dance” di Paolo Massa, mentre seconda classificata la “Sportlab Barano ASD”. Fatto sta che apparivano esclusi solo concorrenti “stranieri” o non rientranti nella categoria degli “amici”.

I dubbi ovviamente sono venuti anche agli esclusi, quattro in tutto: “Associazione Sportiva Dilettantistica Fenix Ischia C5”, “asd GRIVE”, “Miami Luxury Finance” e Di Meglio Giuseppe.

E così c’è chi ha deciso di vederci chiaro e ricorrere alla giustizia amministrativa per annullare tutto e tutelare i propri diritti lesi. La “Miami Luxury Finance” ha deciso di impugnare dinanzi al Tar Campania tutta la procedura e l’esito della gara. Costringendo il Comune a “correre ai ripari” costituendosi in giudizio. E nel ricorso la concorrente esclusa chiede l’annullamento previa sospensione dell’esecuzione di tutti gli atti: dal bando di gara ai verbali, fino alla determina di affidamento. Includendo «tutti i relativi atti presupposti, connessi e successivi ancorché incogniti». Ovvero tenuti segreti…

E «con conseguente dichiarazione di inefficacia del contratto eventualmente stipulato e rinnovazione integrale della procedura di gara con diversa composizione della Commissione giudicatrice». Richieste che la dicono lunga sulla procedura adottata e che si traducono in un atto d’accusa, confermando tutti i sospetti da noi adombrati sull’andamento della intera procedura.

Ovviamente Dionigi intende andare avanti per la sua strada e confermare l’affidamento alla scuola di ballo. Dunque la Giunta si è riunita e ha deliberato la costituzione in giudizio del Comune, affidando il compito di difendere le tesi dell’Ente all’avv. Alessandro Barbieri e stabilendo un compenso di 1.500 euro oltre Iva, Cpa e spese. Si presume che anche la “Body Ballet Dance”, chiamata in causa nel ricorso, si costituirà in giudizio. Sarà sicuramente una battaglia legale senza esclusione di colpi e vedremo poi quale sarà il giudizio del Tar, senza dimenticare che esiste anche un secondo grado dinanzi al Consiglio di Stato. La vicenda del campo di Fiaiano, in parole povere, si infiamma ed è destinata a trascinarsi a lungo nelle aule di giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Proroga dell’allerta meteo: tutte le scuole dell’isola chiuse

In seguito alla proroga dell'Allerta meteo arancione, i sindaci dell'isola hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine...