Calcio. Anche l’Ischia nel tourbillon dei rinvii

Confermate le indiscrezioni della vigilia. Subito tamponi per i granata

0

Confermate le indiscrezioni della vigilia: Maddalonese-Ischia è stata rinviata a data da destinarsi. Anche il club gialloblù finisce nel tourbillon dei rinvii del turno inaugurale del Girone A di Eccellenza. Salta anche Pianura-Racing Capri, in programma stamattina al “Simpatia” e dunque salgono a cinque le partite da recuperare. Stamattina, colpi di scena permettendo, si giocherà Nuova Napoli Nord-Real Forio. Quella biancoverde è l’unica isolana che “rischia” di scendere in campo in questa prima, tribolata prima giornata.

L’ufficialità del rinvio della partita che si sarebbe dovuta giocare alle 11.30 al campo dei “Cappuccini”, è arrivata poco dopo le 10.30 di ieri, quando il Comitato Regionale Campania ha aggiornato la schermata relativa al programma gare. La squadra gialloblù era in campo al “Mazzella” a perfezionare gli schemi in vista della seconda trasferta stagionale in Terra di Lavoro. Come riportato sul giornale di ieri, la società calatina, nella serata di venerdì, aveva inviato una nota al comitato, e per conoscenza anche al club ischitano, con la quale annunciava un caso di positività da Covid-19 all’interno del proprio staff tecnico, chiedendo il rinvio dell’incontro. Per una questione di privacy, la Maddalonese ha trasmesso la documentazione del proprio tesserato unicamente agli uffici del Centro Direzionale. «Come da Comunicato Ufficiale / Modifica Programma Gare di sabato 3 Ottobre – si legge nella nota ufficiale della società casertana – la partita Maddalonese-Ischia (prima giornata gir. A di Eccellenza) è da ritenersi rinviata a data da destinarsi. All’interno della società granata è stato regolarmente riscontrato un possibile caso Covid. Nel pomeriggio di oggi (ieri per chi legge, ndr), tutti i componenti della Maddalonese si sottoporranno ad analisi con tampone così come immediatamente voluto dal presidente Maurizio Verdicchio. Importante sottolineare come, al momento, non ci sono altri componenti che presentino sintomi allarmanti Si ringrazia di vero cuore la società Ischia Calcio per la comprensione, la vicinanza e le belle parole di un presto ritorno alla normalità espresse attraverso il Direttore Sportivo Mario Lubrano». Il legale rappresentante della Maddalonese conferma ulteriormente la propria serietà: non è un caso se in città, e non solo, è stimato e ben voluto. Già in settimana, per garantire la massima applicazione del protocollo, la Maddalonese aveva predisposto misure adeguate per gli ingressi di squadre, ufficiali di gara e stampa. Questo lavoro è stato reso vano dal caso di positività e dunque i granata saranno costretti ad una ulteriore settimana di inattività. Se riusciranno a scendere in campo per la seconda di campionato, saranno 28 i giorni di distanza dall’ultima gara ufficiale (3-1 interno contro il San Giorgio, unico incontro finora disputato).

REAZIONI ISCHIA – La motivazione con la quale la Maddalonese venerdì sera aveva chiesto al C.R. Campania il rinvio della partita, appariva inizialmente scarna e anche piuttosto vaga. La decisione del presidente Verdicchio di predisporre il “test molecolare” (il meglio noto tampone) per tutti i tesserati, ha però fugato ogni dubbio. Una decisione che, con o senza l’assistenza diretta da parte della locale Asl, comporta delle spese che non tutte le società possono permettersi di affrontare. Peggio ancora se il test dovrà essere ripetuto in caso di ulteriore positività. «Prendiamo atto della decisione da parte del Comitato Campano, sulla scorta della richiesta della Maddalonese – dice mister Monti al termine dell’allenamento, volutamente protratto perché oggi il tecnico darà ai calciatori una giornata di riposo –. Tuttavia i numerosi casi verificatisi già in queste prime partite tra coppa e campionato fanno effettivamente riflettere. Basta un solo caso per far rinviare una partita. Comprendo che nel mondo dilettantistico la situazione è ben diversa rispetto a quello professionistico, ma qualche soluzione bisogna trovarla perché di questo passo l’attenzione si sposterà altrove e non sul calcio giocato».

Mentre Sogliuzzo si applicava da “play” per rilevare le mansioni dello squalificato (e infortunato) Ciro Saurino, con Arcamone e Trofa al suo fianco, mentre il rientrante Monti in coppia con Chiariello coordinava la difesa (completata da Buono a sinistra e Accurso a destra), con Gianluca Saurino in avanti supportato da Castagna e D’Antonio, arrivava la notizia del rinvio. Volti cupi, pieni di comprensibile delusione. «Ti alleni al massimo per tutta la settimana, sei carico per la trasferta e all’improvviso sai che devi restare a casa», commenta laconicamente un gialloblù all’uscita dallo stadio. Come dargli torto? E’ il calcio dilettantistico ai tempi del coronavirus… L’Ischia era concentrata e determinata per giocarsela contro una Maddalonese di sicuro una spanna superiore al Mondragone ( ieri sconfitto in casa dall’Albanova) che domenica prossima sarà di scena al “Mazzella”. A questo punto, è proprio il caso di dire “Covid-19 permettendo”…

G.S.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui