Calcio, altri 73 giorni e si riparte. Campionato al via il 4 ottobre: arrivano le conferme

Il 13 settembre la prima gara ufficiale di Coppa. Le disposizioni LND anti Covid-19

0

Giovanni Sasso | Poco meno di due mesi e mezzo. Per rivedere l’Ischia in campo, bisognerà attendere altri settantatré giorni, per essere precisi. Ischia Calcio così come Barano e Real Forio, Lacco Ameno e Isola di Procida nel campionato di Promozione. La data di inizio del massimo campionato regionale non è ancora ufficiale: si attende la pubblicazione del comunicato n. 1 del Comitato Regionale Campania prevista per lunedì 6 luglio.

Ma che le indiscrezioni riportate ieri siano vicinissime alla realtà, lo si evince dalle date pubblicate ieri sui comunicati d’inizio stagione della Lega Nazionale Dilettanti. Il “vangelo” a cui dovranno attenersi i Dipartimenti Interregionale e Femminile, Beach Soccer, Divisione Calcio a 5, Settore Giovanile e Scolastico, Comitati regionali e Delegazioni provinciali. La Coppa regionale inizierà il 13 settembre. Il campionato, dopo un “rodaggio” probabilmente più lungo rispetto alla consuetudine, il 4 ottobre. Una data comunque passibile di modifica, sensibile alla curva del contagio che si registrerà nelle prossime settimane. Se il trend attuale sarà confermato, si potrà iniziare ad inizio ottobre, sempre con l’avallo del Comitato Tecnico Scientifico che in questi giorni ha causato una polemica interna al governo visto che il ministro dello Sport (Spadafora) vuole riaprire al calcio e al calcetto (rispettando la ormai nota data del 25 giugno) e quello della Salute (Speranza) frena di fronte al “disco rosso” imposto dal CTS (scavalcato dai governatori di cinque regioni che hanno raccomandato agli habitué della partitella tra amici di evitare i contatti in campo).

Mentre si attende di conoscere la data per riprendere gli allenamenti in gruppo, senza distanziamento, la Lega Nazionale Dilettanti in una nota ufficiale sottolinea che «l’attività ufficiale relativa ai Campionati la cui organizzazione è demandata ai Comitati, alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile e alle Delegazioni Provinciali e Distrettuali deve avere inizio non oltre il 30 Ottobre 2020, fatta salva l’adozione di nuovi provvedimenti che si rendessero necessari all’esito di eventuali indicazioni provenienti dalle Autorità sanitarie o, comunque, contenute in provvedimenti legislativi successivi alla presente comunicazione e riguardanti l’emergenza da Covid-19».

In merito alla conclusione dei campionati della stagione 2020/21, la Circolare n.1 recita: «In ottemperanza a quanto previsto dalla vigente regolamentazione in materia, si comunica che tutta l’attività agonistica ufficiale organizzata nell’ambito della Lega Nazionale Dilettanti per la stagione sportiva 2020/2021 dovrà essere conclusa entro il termine del 30 giugno 2021. Si informa che eventuali differimenti, necessari per intervenute impreviste esigenze di carattere organizzativo, dovranno essere preventivamente autorizzati con appositi provvedimenti derogativi assunti dal Consiglio Direttivo della LND. Sono fatti salvi eventuali provvedimenti delle Autorità governative e/o sanitarie in merito all’emergenza sanitaria da COVID-19 per quanto attiene allo svolgimento dei campionati, delle competizioni agonistiche e di ogni altra attività ufficiale indetta e organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti nella stagione sportiva 2020/2021. Si raccomanda la immediata e puntuale informativa a tutte le rispettive Società aderenti».

ASPETTI SANITARI – La LND preme sul tasto “visite mediche” per l’idoneità sportiva. Necessari ulteriori accertamenti per tutti i soggetti che nei mesi precedenti hanno contratto il coronavirus. «Si richiamano le società associate alla LND al rigoroso rispetto della normativa contenuta all’art. 43, delle N.O.I.F., al fine di far adempiere ai propri tesserati l’obbligo a sottoporsi a visita medica per l’accertamento dell’idoneità alla pratica sportiva agonistica – prosegue la nota della lega presieduta da Sibilia –. Ciò in virtù del principio generale secondo il quale i legali rappresentanti delle Società sono soggetti a responsabilità civili e penali nel caso di infortuni che dovessero verificarsi nel corso di gare e/o allenamenti che coinvolgessero tesserati privi della suindicata certificazione, in assenza della quale non è riconosciuta alcuna tutela assicurativa. Si rende noto, altresì, che in dipendenza della situazione emergenziale in atto a causa della pandemia da COVID-19 ove sia riscontrata la presenza di pregressa infezione al virus, i tesserati dovranno provvedere ad una nuova visita per il rilascio della certificazione d’idoneità sportiva (agonistica o non agonistica) nel rigoroso rispetto dei protocolli di legge, anche se in possesso di un certificato in corso di validità».

COPPA – In merito alla coppa, la LND ha stabilito che la rappresentante della Campania, sfiderà in un triangolare (gare di sola andata, passa solo la prima) le vincenti dei comitati di Basilicata e Puglia, che formeranno il “Gruppo G”. La finalissima nazionale si svolgerà presso il Centro di Formazione Federale “Bozzi” di Firenze.

TASSE CONTENUTE– Confermate anche le riduzione dei costi di iscrizione: 2.500 Euro per l’Eccellenza, 1.900 Euro per la Promozione. A queste cifre bisogna aggiungere 300 Euro di affiliazione più i costi di assicurazione che, a seconda delle società, dovrebbero aggirarsi tra i seicento ed i mille euro.

ORARI UFFICIALI – Questi gli orari indicati dalla LND, peraltro modificabili dai comitati, dai dipartimenti e delegazioni:
26 Luglio 2020 ore 16.00
6 Settembre 2020 ore 15.30
25 Ottobre 2020 ore 14.30
24 Gennaio 2021 ore 15.00
28 Marzo 2021 ore 16.00
18 Aprile 2021 ore 16.30

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui