fbpx

Born in 2021? Ne dubito! |#4WD

Must Read

Non mi legherò affatto alla schiera dei nostalgici di turno che, pur di apparire e legarsi al mainstream, stanno diffondendo in ogni dove i loro epitaffi sull’Alitalia! La nostra compagnia aerea di bandiera è un bubbone che, sulle spalle dei contribuenti e, al tempo stesso, a danno della figura perfettamente coincidente dei viaggiatori, ha rappresentato una delle principali sanguisughe sostenute dallo Stato con tutti, ma proprio tutti, i governi che si sono succeduti dal dopoguerra ad oggi.

Un focolaio inestinguibile di sprechi, quello Alitalia, che ha reso necessari interventi di sostegno economico di larghissima portata, per buona pace delle forze sindacali e di tutti quelli che si ostinavano a voler salvare non solo il salvabile, ma anche le piaghe ormai purulente di un’entità in caduta libera, ormai classificabile ben al di sotto di una semplice bad company, incapace finanche di tener testa ad una concorrenza sempre più incalzante e al passo coi tempi e, men che meno, ad una politica tariffaria che attraverso il low cost, le vendite online e la scomparsa degli agenti di viaggio andava ormai oltre il suo revenue vecchissima maniera.

Quel che è accaduto oggi è la conclusione inevitabile di una vicenda spiacevole ed inaccettabile nella lungaggine resasi necessaria per risolverla una volta e per tutte, ammesso e non concesso che l’avvento di ITA ci riesca e non si limiti ad uno dei tanti scenari simili a cui stiamo assistendo dalla fine degli anni ’50 ad oggi: un panorama disastroso, ricco di acquisizioni, cessioni, fusioni, alleanze, protocolli d’intesa, prestiti-ponte e ricapitalizzazioni di cui non si riesce a rammentare alcun effetto positivo, se non la presa d’atto per qualsiasi persona con un minimo di sale in zucca che, al punto in cui è arrivata e per il modo in cui è stata condotta, Alitalia non poteva -e forse ancora non può- interessare a nessun imprenditore o concorrente serio presente sul mercato. Altro che rinascita del 2021!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Proroga dell’allerta meteo: tutte le scuole dell’isola chiuse

In seguito alla proroga dell'Allerta meteo arancione, i sindaci dell'isola hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine...