fbpx

Black out a ripetizione, disagi a Casamicciola. Enel a lavoro ma non basta   

Must Read

Diversi black out stanno cerando gravi disagi in molte zone di Casamicciola Terme. A partire dalla notte di venerdì e per tutta la giornata di sabato i servizi Enel sono stati caratterizzati da continue interruzioni della corrente elettrica ed alcune vie della cittadina terremotata sono ancora al buio.

Diversi black out hanno caratterizzato questo inizio week end . In particolare a partire dalla  notte tra venerdì e sabato molte zone di Casamicciola Terme sono rimaste al buio. Anche se la prima interruzione della corrente, per la verità, era avvenuta nel tardo pomeriggio di giovedì.

Quella che era parsa una interruzione accidentale, invece si è trasformato in un pesante disagio per l’intera cittadina alle perse con continui tagli nella fornitura. In particolare nella zona alta del Majo già alle prese con i tormenti del sisma, poi a piazza Bagni dove un cavo rotto ha di fatto reso necessaria la chiusura al traffico dell’intero tratto viario con pesanti problematiche connesse i collegamenti in tutto il paese. Qui è incorso la realizzazione di un giunto per ripristinare le forniture. Resta invece al Buio la Zona di via Cumana e Salvatore Girardi ne pressi del Cimitero, Bagnitiello  e verso l’area del  Castiglione. La zona è senza “luce“ dalle 18,00 di oggi con tutte le ripercussioni e le conseguenze del caso anche per le attività commerciali. Un vero disastro per Enel chiamata ad intervenire su più fronti, senza riuscire a risolvere la problematica. 

I cali di tensione che solitamente nei periodi molto caldi come questo sono dovuti al sovraccarico della rete stessa per via dell’elevato numero di richieste energetiche,  si stanno ripetendo con frequenza come testimoniano le diverse segnalazioni degli utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile