lunedì, Marzo 8, 2021
Array

Bilardi: “Iodice? Un segretario qualunque, a compenso mensile, più le mance extra”

In primo piano

Ottorino Mattera: «Enzo e Gianluca? Hanno lo stesso infantilismo politico»

Perchè Gianluca ti ha escluso? Sono entrati in gioco questioni velleitarie di natura personale e un passaggio del “do ut des”. Forse per Gianluca Trani è stato più più utile fare il passaggio in maggioranza che mantenere, invece, gli impegni che lui aveva preso con il suo elettorato...

Il saltino. Paura delle dimissioni: Gianluca Trani passa in maggioranza come Antonio e Antonello. Da semplice consigliere comunale

Gaetano Di Meglio | Termina la crisi politica di marzo del comune di Ischia. Gianluca Trani passa da “Ischia...

La “messa” in sicurezza è finita, aprite in pace la “Parrocchia” di Casamicciola

Il comune preme sulla Curia per restituire al culto il sacro luogo. L’occasione è data dalle imminenti festività pasquali. Castagna tuona:“Non posso esimermi dall’informarVi che nulla osta all’utilizzo dell’immobile, pertanto a partire dal 15 marzo 2021 sarà cura del comune assicurare l’apertura della Basilica tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 esclusi il sabato e la domenica, salvo ulteriori disposizioni“

Mi ero ripromesso, dopo le mie dimissioni da tecnico della squadra “Berretti” dell’Ischia, di non rilasciare dichiarazioni per non incrementare polemiche. Nella trasmissione sportiva di lunedì sera in una tv locale e sul quotidiano “Il Dispari” di oggi, martedì 23 settembre, sono stato tirato in ballo dal signor Iodice, direttore sportivo dell’Ischia Isolaverde, in merito all’educazione dei giovani calciatori e della sostituzione fatta dopo trenta minuti al calciatore nonché figlio dell’amministratore unico Di Bello. Sottolineo che la sostituzione del calciatore Di Bello è dipesa da fattori esclusivamente tecnici e tattici. Se di cognome faceva “Altafini”, lo avrei sostituito comunque per una serie di motivi facilmente comprensibili a chi ha assistito alla partita di sabato scorso contro il Foggia.

In merito alla dichiarazione di Iodice relativa al divertimento che bisogna assicurare ai giovani calciatori, e che non sarei stato all’altezza di far divertire ai ragazzi, dando un cattivo esempio effettuando una sostituzione dopo trenta minuti, voglio precisare che in tutti i campionati giovanili, dai nazionali ai provinciali, di frequente si ricorre alla sostituzione dopo pochi minuti anche per incentivare il proprio calciatore a fare meglio e per dare l’esempio agli altri che tale provvedimento può essere adottato anche nei loro confronti.

Sottolineo altresì al signor Iodice che è vero che bisogna far divertire innanzitutto i ragazzi, ma quando si parla di attività di base, al massimo i Giovanissimi. Ero alla guida di una squadra “Berretti” di una società professionistica. Ai ragazzi che fanno attività agonistica in un organico che è ad un passo dalla prima squadra, si chiede maggiore impegno e applicazione affinché maturino e conquistino la fiducia dell’allenatore della prima squadra. In questa attività si cominciano anche a valutare i risultati delle partite.

Questi argomenti sono a conoscenza di, chi come me, fa calcio vero, con grande professionalità e passione da 45 anni. Non lo può sapere un segretario qualunque che per il compenso mensile, più le mance extra, dice qualsiasi cosa senza avere un minimo di dignità. Quella dignità che, a differenza di chi ha sparlato della mia persona, mi ha sempre contraddistinto.

Completata la risposta al signor Iodice, per me la polemica finisce qui. Se Iodice e la società Ischia Isolaverde vogliono, possiamo proseguirla in altre sedi, quelle calcistiche e a quel punto tirerò fuori le carte dal cassetto.

CIRO BILARDI


- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Covid e zona rossa. Enzo Ferrandino scrive al ministro Speranza: “valutare il contesto insulare come realtà non assimilabili al contesto territoriale regionale”

...presentano con riferimento al Comune di Ischia ed ai Comuni Barano d’ischia, Casamicciola Terme, Forio, Lacco Ameno e Serrara Fontana una situazione epidemiologica particolarmente contenuta che consente ed anzi impone la valutazione del contesto insulare come realtà dalle peculiari caratteristiche non assimilabili al contesto territoriale regionale
- Advertisement -