Barano, rinascita a costo zero

Promozione a metà per il sistema Gaudioso 2.0. La Mangione e Sergio Buono zavorra politica troppo ingombrante

0

Ischia accende mutui e sperpera risorse. Barano, invece, accumula finanziamenti e cambia il volto del proprio territorio. Una pioggia di tanti euro che fanno la differenza tra un’amministrazione che deve continuamente dare biada ai ronzini anziani dell’UTC (quelli del tipo Paolo Ferrandino) con gli appalti e i mutui e chi, invece, come Barano, trova linee di credito e di finanziamento che segnano il tempo.

L’amministrazione di Gaudioso, purtroppo, ha le sue macchie nere che, ovviamente, macchiano l’azione del sindaco ma il complesso generale è da promuovere.

Ma Barano ha dimostrato che si può fare e che si può fare anche con intelligenza e con lungimiranza. La chiesa Baldino, il costone di Olmitello, la casa comunale sono 3 delle opere che meritano attenzione. Certo, a Barano, Dionigi non si è preoccupato di nominare direttore dei lavori il comune il fratello del consigliere comunale come hanno fatto ad Ischia (100mila euro per i lavori Genesis affidati a De Angelis) ma ha la sua Mangione che si è fatta assumere al DHC o ha Sergio Buono, e non c’è bisogno di aggiungere altro.

Ma Barano, oggi, rappresenta un esempio virtuoso da evidenziare. Siamo l’isola che resta immobile per volontà di gente come Enzo Ferrandino. Ben vengano i Gaudioso e i suoi rapporti al Ministero. (E’ anche vero che dei rapporti di Gaudioso ci dobbiamo subire anche quelli locali, ma la colpa è condivisa con i cittadini che hanno votato quel candidato sindaco).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui