Barano, dal Portici arrivano altre 4 sberle

0

Non era sicuramente quella contro il Portici la gara in cui il Barano avrebbe dovuto fare i punti necessari alla sua salvezza. Infatti, dalla gara giocata ieri pomeriggio al “Solaro” di Ercolano – temporanea casa dei porticesi per via della indisponibilità del “San Ciro” – gli aquilotti escono ancora una volta con le ali tarpate dalle reti di Fava Passaro, Manzo e Di Pietro (doppietta).

Il 4-1 in favore della squadra di Pasquale Borrelli – tornata al successo dopo due pareggi di fila – ammette poche repliche, anche se la prestazione complessiva della squadra di Monti è stata davvero ottima, e visto che dopo la rete dell’1-2 siglata da Angelo Arcamone i bianconeri hanno anche avuto la palla buona per arrivare al pari. Ma tantissime sono state, complessivamente, le reti fallite dai padroni di casa, ancora secondi in classifica alle spalle dell’Afragolese, capace di farne addirittura 4, senza subirne alcuna, sul campo della Real Albanova.

Il Barano, ieri alla sesta sconfitta su sette gare giocate nel girone di ritorno, è fermo a 25 punti, solo uno in più dei 24 conquistati nel solo ed illusorio girone di ritorno. La situazione in classifica si aggrava per la banda guidata da mister Monti, ma non è ancora critica: in attesa dello scontro fra Pimonte e Mariglianese di oggi, i bianconeri possono “fregiarsi” di un ancora discreto margine sulla zona rossa. Il problema più grosso, come se non ce ne fossero oggi per la compagine isolana, è ancora rappresentato dal calendario, visto che sabato prossimo al “Don Luigi Di Iorio” si presenterà un Savoia (oggi in campo contro l’altra pericolante Mondragone) in cerca della promozione diretta, prima che la stessa squadra baranese si rechi sul campo di una Sessana quasi tranquilla e che riceva il Real Forio ancora in casa.

 

LA PARTITA – Il Portici parte subito forte: infatti sono almeno cinque le occasioni nitide per i calciatori vesuviani nella prima mezz’ora di gioco. Dopo soli due minuti di gioco, Manzo scende sulla sinistra e crossa sul primo palo per Fava Passaro, che colpisce di testa ma manda il pallone alto.

Al quarto d’ora, ancora la punta ex professionista (ha giocato in Serie A), si vede respingere la conclusione ravvicinata da Palmiero. Al minuto 23, Boussaada calcia dalla distanza ma la traiettoria della palla termina di poco alta sulla traversa baranese. Al 26’ gli uomini di Borrelli vanno in vantaggio: punizione da sinistra di Manzo per la testa di Fava Passaro che – stavolta – non sbaglia e sigla l’1-0.

Passano 1uattro minuti e gli azzurri trovano la rete del raddoppio: Accurso colpisce col braccio su colpo di tacco in area di Panico e l’arbitro Colaninno decreta il rigore senza apparentemente avere dubbi. Sul dischetto si presenta Manzo, che supera Palmiero e sigla il suo decimo gol in campionato. Al 33’ il capitano biancoonero Ferrari ci prova dalla distanza sfiorando il palo alla destra di Testa. La prima frazione di gioco si chiude quindi sul 2-0.

 

Nella secondo tempo il Barano si presenta in campo con tre calciatori diversi da quelli che hanno iniziato il primo. Monti toglie Lubrano, Cantelli e De Simone, inserendo Farina, Trani ed Angelo Arcamone, ridisegnando lo schieramento dei suoi. Le mosse sembrano giovare alla formazione isolana, ma è il Portici a sfiorare la terza marcatura, al 4’, con una conclusione in mischia di Manzo che colpisce il palo e si perde sul fondo.

Al minuto 55, Savio ci prova dalla distanza senza però impensierire Testa. Al 13’ il Barano va in rete, grazie ad Arcamone: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la punta entrata poco prima appoggia in rete, da sottomisura e di testa, il pallone del 2-1. Il Portici non subisce il contraccolpo, anzi prova a riportarsi sul doppio vantaggio: al 66’ è Manzo, con una splendida rovesciata in area, ad esaltare gli ottimi riflessi odierni di Palmiero.

Al minuto 65, Fava Passaro sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore bianconero. Nel mezzo, capita una palla buona sui piedi di Sogliuzzo, ma la conclusione del trequartista baranese è deviata da un difensore di casa. Passano tre minuti e Di Pietro, di testa su assist su punizione di Manzo, porta il Portici sul 3-1. Quando mancano tre giri di orologio al termine, è lo stesso centrocampista ex Nocerina a firma il definitivo 4-1.

La gara termina con la soddisfazione dei padroni di casa e sotto la pioggia. Mesto rientro a casa per il Barano, capace di una prestazione all’altezza di quella cui era chiamato a proporre, ma pur sempre sconfitto in maniera netta, soprattutto nel punteggio. Il futuro immediato, e quello a lungo termine, degli uomini di Monti appaiono una vera incognita.

 

 

PORTICI    4

BARANO   1

 

 

Portici: Testa, Boussada, Botta, Olivieri, Noviello, Fiorillo, Panico (65’ Murolo E.), Ruscio, Fava Passaro (76’ Incoronato), Manzo (83’ Sardo), Di Pietro. A disp.: Mola, Visone, Rullo, Murolo V.. All.: Borrelli

 

Barano: Palmiero, Lubrano (46’ Farina), Accurso, Ferrari, Monti, De Simone (46’ Arcamone A.), Sirabella, Esposito, Savio, Sogliuzzo, Cantelli (46’ Trani). A disp.: D’Errico, Migliaccio, Pisani, Arcamone G.G.. All.: Mennella (Monti squal.)

 

Arbitro: Colaninno di Nola (Assistenti: Iannaccone di Caserta e Di Capua di Nola)

 

Reti: 26’ Fava Passaro (P), 30’ rig. Manzo (P), 58’ Arcamone A. (B), 78’ e 87’ Di Pietro (P)

 

Ammoniti: Panico, Ruscio, Di Pietro (P), Accurso, Monti (B).

 

Angoli: 5-2

 

Recupero: 1’ p.t., 2’ s.t.

 

Spettatori 300 circa

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui