lunedì, Marzo 8, 2021

“Back to the the beach”, con il Regno di Nettuno grandi pulizie in spiaggia a Ischia

Intervento con i volontari di Hester sull’arenile di San Pietro: un’orca di plastica tra i rifiuti diventa il simbolo della tutela del mare del golfo

In primo piano

Il saltino. Paura delle dimissioni: Gianluca Trani passa in maggioranza come Antonio e Antonello. Da semplice consigliere comunale

Gaetano Di Meglio | Termina la crisi politica di marzo del comune di Ischia. Gianluca Trani passa da “Ischia...

La “messa” in sicurezza è finita, aprite in pace la “Parrocchia” di Casamicciola

Il comune preme sulla Curia per restituire al culto il sacro luogo. L’occasione è data dalle imminenti festività pasquali. Castagna tuona:“Non posso esimermi dall’informarVi che nulla osta all’utilizzo dell’immobile, pertanto a partire dal 15 marzo 2021 sarà cura del comune assicurare l’apertura della Basilica tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 esclusi il sabato e la domenica, salvo ulteriori disposizioni“

Enzo Ferrandino: “Non ci interessa una operazione zeppa”

Il sindaco azzera i malumori dei suoi e liquida l’apertura di Ottorino Mattera: “apriamo alle forze responsabili”. Una buona “valutazione” per Gianluca?

Tra i rifiuti accumulati sulla spiaggia è spuntata anche una piccola orca di plastica, ribattezzata Ester e assurta a iconico simbolo di una campagna volta alla tutela del mare di Ischia e Procida. Così, in queste ore, i volontari dell’area marina protetta Regno di Nettuno, insieme all’associazione Hester, hanno ripulito l’arenile di San Pietro, a Ischia Porto, aderendo all’operazione “Back to the beach” che tra oggi e domani si sviluppa in più località campane, promossa da enti e associazioni ambientaliste del territorio. Tra i rifiuti che erano depositati sull’arenile, complice le mareggiate che nell’ultimo periodo hanno trasportato materiale dalla terraferma, molta microplastica, reti abbandonate, polistirolo, siringhe, scarpe e persino lampadine.
L’iniziativa è la prima di una serie di iniziative analoghe con le quali – in condizioni climatiche più favorevoli – il Regno di Nettuno chiamerà a raccolta tutte le associazioni del territorio e i singoli volontari.
L’area marina protetta Regno di Nettuno aveva già lanciato una campagna contro il lancio dei palloncini nella notte di Capodanno trovando l’adesione di una serie di aree marine protette nazionali.
“Azioni di clean up come quella di oggi – spiega il direttore dell’AMP, Antonino Miccio – hanno due effetti positivi: innescano circuiti virtuosi, compulsando singoli volontari e associazioni, e intervengono sui rifiuti che si accumulano, soprattutto dopo le mareggiate, lungo le spiagge delle nostre isole”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Riflessione sul Venerdì Santo, il grido di dolore de “I Ragazzi dei Misteri”

Con chiarezza e frasi dirette "I Ragazzi dei Misteri" illustrano la situazione in cui vive l'associazione e le prospettive...
- Advertisement -