Babbo Natale non passa per Barano. Baranesi “cattivi”… ancora al buio

1

Luigi Balestriere | Barano non accende il suo Natale. Nessuna luminaria, nessun simbolo della tradizione della festa più sentita dell’anno. Passata la ricorrenza dell’Immacolata, nessuna lucina colorata ha fatto ancora la sua comparsa lungo le strade del paese.

I più arguti non si sorprendono, considerato che spesso neanche quelle delle pubblica illuminazione non si accendono, lasciando diverse strade al buio, figuriamoci quelle delle feste. Cittadini delusi e amareggiati, ormai quasi assuefatti a simili iniziative legate alla scarsa memoria e al lento corso delle tradizioni svanite, che tristemente toccano anche i sentieri religiosi.

Babbo Natale non passerà per Barano, cambia il suo piano di volo, evidentemente prenderà altre strade, ci saranno altre deviazioni di lucine colorate che illumineranno il suo cammino. E pensare che l’anno scorso fu addirittura allestita la sua casetta in Piazza San Rocco, ma la scure delle dimenticanze ha colpito anche i sogni dei bambini.

Non c’è atmosfera natalizia nel Comune collinare, mentre le altre strade e piazze dell’Isolaverde si colorano e si dipingono di tinte luminescenti. A Barano niente comete luccicanti che corrono sui sentieri elettrici, qui ci si affida agli addobbi del nostro sistema solare: alla luna, ai pianeti ed alle stelle dell’universo. A quell’aria mistica tra il sospeso e l’attesa che decisamente non è il massimo. Al Comune saranno ancora in cerca d’ispirazione in un labirinto di complicate semplicità che, fino ad oggi, non hanno sortito effetti visibili.

In compenso, ci pensano i privati cittadini ed i negozianti a dare un segno natalizio con le loro luminarie.
Barano resta spoglio, senza addobbi natalizi, senza alberi ad una manciata di giorni dal Natale. Restano misteriose le motivazioni, ma di certo il Comune della Baia dei Maronti rappresenta un piccolo buco nero nella notte dopo aver attraversato le strade e le piazze immerse nei colori degli altri Comuni.

Chi non ama il Natale e i suoi colori può tranquillamente trovare da queste parti la sua dimensione senza volare in Iran o in Marocco, paesi in cui non si celebra la festività.
Ma vuoi vedere che dopo oltre 400 anni Barano ha abbandonato il calendario gregoriano e quindi il Natale è ancora molto lontano? Per il calendario ortodosso, infatti, il Natale si festeggia il 7 gennaio ed allora tranquilli: mancano ancora diverse settimane. C’è ancora speranza…

1 commento

  1. I buoni e i cattivi, li si scrivevano tanto tempo fa sulle lavagne a scuola. Ora, chi sei tu per giudicare chi lo è? I Baranesi sono stati cattivi e non meritano il Natale con luminarie? Invece gli altri comuni di Ischia meritano? Di sicuro le luminarie hanno la loro importanza ma molto più importante è la luce che ognuno ha dentro di noi. Per le strade possono essere accese tutte le luci del mondo ma se nel tuo cuore la luce è spenta, non ci fai niente. A Natale si è tutti più buoni. Ma perché solo a Natale? La nascita del Bambinello rende il mondo migliore. Solo il quel giorno. Domani si dimentica già tutto e ognuno prende la propria strada. Questa è la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui