martedì, Aprile 13, 2021

Azzardare per vincere: oggi il calcio è così | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 26 febbraio 2021

In primo piano

La notizia che l’attuale proprietà dell’Inter avrebbe messo sul mercato la propria società calcistica cinese alla cifra simbolica di un centesimo per l’enorme massa debitoria che in mancanza di interessati la porterebbe al definitivo scioglimento, desta preoccupazioni enormi e riflessioni infinite.

Già il precedente gruppo cinese che aveva rilevato il Milan di Berlusconi ne aveva combinate di cotte e di crude, al punto da rendere necessario l’intervento del fondo Elliott che ne aveva garantito l’operazione e mettendovi a capo una compagine di sua diretta promanazione. Ma oggi anche la famiglia Zhang, da sempre indicata come un colosso di solidità economica, pare abbia fatto il passo più lungo della gamba, al punto che sono diventate oltremodo insistenti le voci che vorrebbero ormai dietro l’angolo la cessione almeno parziale anche della proprietà nerazzurra.

Se a questo aggiungiamo le tante plusvalenze ingiustificabili a rigor di logica derivanti dalla vendita di calciatori dalle nostre parti, allora non dovremo meravigliarci se, da un giorno all’altro, società di primissimo livello della nostra serie A (Juventus in primis) dovessero finire sul banco degli imputati per aver violato ogni buona norma di financial fair play con veri falsi in bilancio.

Finanche il Barcellona e il Real Madrid, autentici colossi del calcio mondiale, paiono avere numeri in profondo rosso; senza per questo dimenticare il già multato Manchester City e il Paris Saint-Germain, dove l’acquisto faraonico di Neymar fa ancora gridare vendetta per l’operazione di finanza creativa che, tuttora impunita, lo ha consentito.

Tutte queste società, grazie all’azzardo gestionale, sono riuscite a vincere qualcosa di serio. Il Napoli di De Laurentiis, invece, è tra quelle più sane di sempre al mondo, ma oltre tre Coppa Italia e una Supercoppa di Lega non è mai riuscito ad andare. E come se non bastasse, opterà presto per un ridimensionamento degli ingaggi.

A Voi le conclusioni!

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Carmine continua pericolosamente lo sciopero della fame. I cresimandi si assembrano in cattedrale e non perdono il vizio

Gianni Vuoso | Quanti interventi, quante parole, quante decisioni assurde e discutibili. Viene voglia solo di restare in silenzio...
- Advertisement -