fbpx

Attributi e libertà da veri sindaci |#4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 2 ottobre 2021

Must Read

Sono perfettamente d’accordo con l’amico agronomo Franco Mattera: “I territori sono governati dai sindaci, ma se questi non conoscono a fondo i loro rispettivi territori, o se pur conoscendoli non se ne occupano affatto, limitandosi a poche e ristrette porzioni di essi, cosa mai potranno dirti quando succede un disastro ambientale, un’alluvione, frane, inquinamenti dolosi e, dulcis in fundo, incendi devastanti?… Assumersi le loro responsabilità significa prendersi cura del territorio, attuando una politica territoriale e ambientale seria, usando le risorse umane locali, come le associazioni ambientaliste e quelle di volontariato che vanno guidate nelle loro azioni con una indirizzo preciso di quello che serve veramente al territorio, e non solo fare proclami, presidiare i varchi e le processioni religiose, etc.. Anche quelle cose vanno fatte, ma prima vanno cavalcate le priorità. Il territorio va presidiato 12 mesi all’anno. Ed il presidio umano deve appoggiarsi anche su chi sul territorio ci vive, come ad esempio gli agricoltori. Farli assurgere ad un ruolo di responsabilità, dargli peso e importanza, e soprattutto meriti pubblici se se li guadagnano.

L’intervento di Franco è perfettamente centrato rispetto alla realtà dei fatti, ma soprattutto se si intende ragionare in chiave di buona amministrazione e di prevenzione del peggio a cui non c’è mai fine; una valutazione facilmente estensibile al rischio idrogeologico in generale e, perché no, alle fasce pericolanti della nostra fascia costiera.

Un Sindaco che si rispetti, qui sull’Isola, dovrebbe compiere tra i suoi primi atti una seria ricognizione del proprio territorio e, un attimo dopo, coinvolgere la Regione Campania, affinché determini a strettissimo giro le risorse necessarie a cantierare i giusti interventi di messa in sicurezza.

Per fare questo, occorrerebbero attributi naturali ma consistenti e, soprattutto, la libertà da lacci e lacciuoli d’appartenenza politica. E scusate se è poco!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Vax contro No Vax. Figuraccia green pass a Lacco Ameno

Il funzionario si infetta, il comune resta chiuso fino a dopo i morti e l’opposizione prova a fare lo sgambetto al governo Pascale. La replica del responsabile pro tempore al personale è una lezioncina sulla privacy: è bastato un copia e incolla della legge e delle note del garante