martedì, Giugno 15, 2021

Assessore Carannante: “Procida arriva in Parlamento per un aiuto economico ai marittimi”

In primo piano

Assessore al lavoro marittimo Avv. Antonio Carannante: una nostra proposta di legge per un sostegno economico ai marittimi è all’esame del Parlamento.

Come noto il COVID-19 ha investito anche il settore lavorativo dei marittimi, il pilastro economico dell’isola di Procida. Difatti la pandemia ha bloccato, dopo anni di progressiva crescita, il florido mondo crocieristico e in parte quello dei trasporti marittimi in genere.

-Il Comune di Procida ha ritenuto doveroso intraprendere tutte le iniziative possibili per assistere la categoria lavorativa dei marittimi, che rappresentano la voce principale del PIL isolano – afferma l’Assessore Carannante – per cui abbiamo predisposto una proposta di aiuto economico ai marittimi che, grazie al sostegno della Senatrice Valeria Valente la quale ha accolto con entusiasmo l’invito, è stata trasmessa alla Commissione parlamentare lavoro.

In questi giorni abbiamo avuto una buona notizia, la conferma che verrà presentata come emendamento al Decreto Rilancio Italia.

-Chiaramente la competenza è del Parlamento, e quindi come Amministrazione Comunale ci siamo sentiti in dovere di sollecitarlo. I marittimi non risultano tra i lavoratori aventi diritto alle varie forme di aiuto economico emanate per l’emergenza Covid-19 in quanto non rientrano né tra i “lavoratori stagionali del settore turismo” né, ovviamente, tra i lavoratori autonomi. Pertanto abbiamo predisposto una proposta di legge che ha superato esame della Commissione parlamentare del lavoro e andrà in Parlamento per l’approvazione – continua Carannante – adesso aspettiamo buone notizie da Roma. Il momento è delicato ma stiamo davvero facendo il possibile per non lasciare soli dei lavoratori fondamentali per la nostra economia.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

SILENZIO D’ANGELI. E’ estate, il commissario di Serrara Fontana sospende le attività edilizie: non bisogna fare rumore

Serrara Fontana: il divieto vale solo per i privati e non per gli Enti pubblici. Nel borgo di Sant’Angelo tutto fermo dal 10 giugno al 30 settembre, nel resto del territorio comunale dal 1 agosto al 15 settembre. Nel mirino anche le attività di svago rumorose. Evidenziata la necessità di garantire la tranquillità di turisti e residenti
- Advertisement -