fbpx

Ancora traffico (non mi stanco) | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 18 luglio 2022

Must Read

Ma non vi accorgete che la qualità dell’aria che respirate scade sempre di più? Non sentite il monossido di carbonio invadere i vostri polmoni? Il traffico vi sta divorando e non fate nulla per salvarvi”. Il mio amico Maurizio Ippolito me lo ha detto ieri, poco dopo esserci incontrati in un supermarket. Lui ormai vive all’estero da anni, ma ama ancora Ischia che è la sua terra natia e vorrebbe tanto che tutti noi ci svegliassimo da questo pericoloso torpore sociale. Come dargli torto?

Ed eccomi a parlare di traffico ancora una volta dopo meno di una settimana.

Il traffico, ovviamente, non è solo quello che notiamo in prossimità degli imbarchi/sbarchi degli aliscafi, al punto da rendere necessaria la creazione di stalli temporanei per consentire anche ai privati di gravitare in zona. In questo caso, sappiamo tutti che in passato erano state studiate soluzioni all’avanguardia per delocalizzare tutto quel casino, ma la miopia dei successori ha annullato la lungimiranza dei predecessori.

Ma ci sono anche altre criticità: come quella di Via Nuova Cartaromana, laddove lungo il rettilineo che porta dall’incrocio con Via G.B. Vico alla discesa che conduce alle scuole elementari esiste di fatto un senso unico alternato dovuto alla sosta costante di autovetture, con relativo ingorgo ogni qualvolta deve passare l’autobus Eav in un senso o nell’altro, ovvero il solito automobilista che non tiene conto della cosiddetta “destra occupata” e pretende che chi viene in senso opposto comprometta un pneumatico per scansarsi sul marciapiedi. Ma non trascuriamo affatto Via Leonardo Mazzella, dove accade la stessa cosa da prima del Buon Pastore fino all’Hermitage e non solo ora che il parcheggio è quasi totalmente occupato dalla scuola-container. E neppure Via Michele Mazzella dove, con tanto di parcheggio, una strada a scorrimento veloce come quella deve ospitare le auto in sosta appartenenti agli avventori del locale supermercato o i depositi più o meno costanti della vicina concessionaria auto. Eppure su quella strada ci sono già scappati i morti! Allora?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...
In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...