All’Ischia Global, il primo Forum sulla ri-partenza in sicurezza

0

La seconda giornata dell’Ischia Global si è aperta all’insegna del dibattito “Cinema, Teatro, Musica Danza e… ripartire in sicurezza”, primo forum di questa edizione 2020 del Festival, fortemente caratterizzata dal tema della sicurezza sanitaria, post Coronavirus. E di adeguate misure anti-contagio e di ripartenza del mondo dello spettacolo e del cinema se ne è parlato proprio durante il summit che ha visto tra i relatori diversi nomi di spicco del mondo della produzione cinematografica-(Giuseppe Sacca della Pepito Produzioni, Giuseppe Pedersoli per Smile Producition, Gianluca Pignataro con Fandango produzioni, Andrea Occhi Pinti di Lucky Red) che hanno colto l’occasione del Festival per discutere sulle problematiche odierne del mondo del cinema, alla luce anche delle restrizioni e conseguenze causate dal coronavirus. « Dopo questo stop- ha esordito Carolina Rosi, presidente della 18esima edizione del festival, lanciato la propria idea propositiva – bisogna rieducare il pubblico. I giovani e le scuole vanno riavvicinati al teatro. Lo Stato potrebbe pagare i biglietti».

Rilanciare l’imprenditoria cinematografica, snellendo la burocrazia, creare fondi assicurativi ad hoc per le case di produzioni, insieme, dunque, ad un intervento culturale che parta dal basso e dalla scuola a fine di portare i giovani ad interessarsi maggiormente alla cultura cinematografica e teatrale sono state le parole chiavi propositive del dibattito che ha visto, oltre la presenza dell’Onorevole Nicola Acunzo, presidente inter-gruppo parlmentare alla Camera, anche quella dell’Onorevole Luigi Gallo, presidente della Commissione Cultura della Camera. «Realizzare l’Ischia Global oggi – ha commentato quest’ultimo- è un energia propulsiva per il mondo della cultura. Come Governo, nel decreto rilancio abbiamo dato spazio ad interventi di sostegno ad hoc, ma è chiaro che dobbiamo fare ancora di più. La nostra sfida è quella ora anche di riuscire ad avvicinare nuove persone al mondo della cultura e dello spettacolo, con interventi forti anche sul fronte della povertà culturale di questo paese».

Ospite del dibattito anche Matteo Camporeale, vice-presidente nazionale della Croce Rossa italiana che ha ripercorso il lavoro svolto dalla Croce rossa italiana prima e dopo l’emergenza Coronavirus e la grande solidarietà e lo spirito di collaborazione riscontrata sul territorio nazionale durante la pandemia. Collaborazione, oggi, dunque, necessaria, anche per il rilancio della della cultura.

«Ci vuole coraggio- ha dichiarato, invece, il vice ministro alla salute Pierpaolo Sileri – per fare un festival non web mediato. Ora dobbiamo essere pronti a gestire eventuali problematiche ed evitare di ritrovarci di nuovo in fasi critiche». «Dobbiamo imparare a convivere con il virus – ha concluso il vice-ministro.L ’unica vera soluzione è ripartire con il buonsenso, prendendoci qualche rischio controllato».

Ischia Global 2020 è organizzato dall’Accademia Internazionale Arte Ischia e promosso con il MiBACT-Dg Cinema e la Regione Campania con il Patrocinio della Croce Rossa Italiana. In collaborazione con BNL Gruppo BNP Paribas, PEGASO, ISAIA, Riflessi e la partecipazione di Siae, Nuovo Imaie, Unico Energia, Trenitalia, Rainbow, Medusa, Rai Cinema, Medmar. Media partner: RAI ITALIA, Radio 2 Rai, Ciak

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui