fbpx

Addio maestro Di Marzio

NELL’ISCHIA SETTE PRESENZE E UN GOL. MEDIANO CON GRINTA E TALENTO, FRENATO DAGLI INFORTUNI

Must Read

Una delle icone del calcio napoletano non è più. Gianni Di Marzio, ex giocatore ed ex allenatore del Napoli e di tante altre squadre, consulente di club di prestigio in Premier League, si è spento ieri mattina all’età di 82 anni. A dare il triste annuncio è stato il figlio Gianluca, mediante un messaggio struggente sul suo profilo di Twitter: “Adesso potrai finalmente allenarlo il nostro amato Diego. Sei stato un grande papà, mi hai insegnato tutto e non sarò l’unico a non dimenticarti mai”. Ex dirigente e commentatore sportivo con numerosi interventi presso tv locali e radio, fu uno degli artefici dell’approdo di Maradona al Napoli. Infatti fu proprio Gianni Di Marzio a segnalarlo a Ferlaino.

Milano – Presentazione Palinsesto stagione sportiva 2010/2011 Dahlia TV – Nella Foto: Gianni Di Marzio

Comunicazione diretta, senza tanti giri di parole, Di Marzio era considerato un vero e proprio maestro. A Catanzaro e in altre città del Sud dove ha lavorato (Catania, Cosenza, Brindisi), ha lasciato un ottimo ricordo, sia della persona che dell’allenatore.

Gianni Di Marzio ha avuto anche un breve trascorso a Ischia, che ogni tanto citava quando negli studi televisivi o negli stadi si commentava il calcio di una volta. Sette le presenze ed un gol di Di Marzio con la maglia gialloblù (sbarcò sull’isola all’età di 23 anni), nella stagione 1963/64, in Prima Categoria (l’allora quinto livello nazionale), insieme a Lupoli e Di Meglio, Barile e D’Innocenti, Scaglione e Illiano. Era un mediano vecchio stampo, grintoso ma con una discreta tecnica. Ha sempre conservato un bel ricordo degli ex compagni di squadra ischitani, su tutti Salvatore Di Meglio.

«Molti lo conoscono per averlo visto in veste di commentatore in Tv – scrive Geppino Cuomo sul proprio canale social – altri lo ricordano allenatore di calcio anche sulla panchina del Napoli, io il primo ricordo che ho di Di Marzio è quello di calciatore dell’Ischia. Ruolo mediano, oggi si direbbe centrocampista. Fu una brevissima carriera come calciatore la sua, un infortunio gli impedì di andare avanti giovanissimo, ma intraprese subito la carriera di allenatore, arrivando ai massimi livelli. La sua maggiore intuizione, fu scoprire Maradona prima degli altri, ma restò inascoltato da Agnelli al quale lo aveva segnalato». Di Marzio ha sempre ricordato la parentesi isolana con rammarico per non essere riuscito a dare il proprio contributo per un infortunio a un ginocchio. La sua carriera si interruppe ben presto ma la sua grande passione per il calcio lo portò a conseguire, ventisettenne, il patentino di allenatore.

Antonio Puca così ricorda mister Di Marzio: «Sono sempre stato un suo ammiratore, lo ricordo con la maglia gialloblu dell’Ischia, giocava mediano con una fascia legata al ginocchio, infortunio che gli ha proibito di fare una bella carriera. Era il mister della primavera del Napoli quando io giocavo nella primavera della Casertana, poi è diventato allenatore del Napoli e fece debuttare in serie A il napoletano Stanzione che giocava libero come il sottoscritto. Di Marzio è stato un grande maestro di calcio, R. I. P.». Al dolore della famiglia, in particolare al collega Gianluca, rigoroso rispetto e affetto, per un grande del calcio italiano. Addio Mister!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, PACO FROLA ha bisogno del nostro aiuto. Ha rischiato di morire!

Paco Frola, chef ischiano e da anni trasferito negli USA è attualmente ricoverato in terapia intensiva all'ospedale di Morristown...