IDA TROFA | Occhi puntati sugli appalti dell’Istituto Telese di Ischia. Nel mirino la determinazione del dirigente scolastico del 2 agosto 2013 per i lavori di miglioramento della qualità dell’ecosostenibilità e della sicurezza degli ambienti scolastici afferenti il plesso scolastico “V. TELESE”. Il progetto nell’ambito del PON FESR 200T2013 ASSE II.
La previsione relativa all’aggiudicazione definitiva dell’incarico di supporto al RUP, il responsabile unico del procedimento che hanno visto coinvolti professionisti, ingegneri incaricati come esterni ma nella sostanza dipendenti del ministero della Pubblica Istruzione, professori interni all’istituto. Si tratta di una vicenda analoga a quella del Liceo Classico Scotti che ha portato all’annullamento dell’appalto a seguito dell’inchiesta della Guardia di Finanza agli ordini del tenete Paolo Aiello.
I fondi POR, catalizzati attraverso l’istituto, servivano anche a pagare tali professori nella veste, però, di professionisti esterni. Analogamente agli appalti si tratta degli stessi docenti coinvolti presso un istituto diverso, ma con analogie sospette tali da muovere una nuova inchiesta.
Nell’ambito del quadro Strategico Nazionale 2007 /2013 il Ministero per I’Istruzione l’Università e la Ricerca, avente titolarità congiuntamente con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione per lo sviluppo sostenibile ha emesso un avviso per i piani di interventi finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all’efficientamento degli impianti, all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla dotazione di impianti sportivi” e al miglioramento dell’attività degli spazi scolastici negli istituti di istruzione statali del Primo e del Secondo ciclo per il triennio 2010-2013.
Un finanziamento nella fattispecie di 749.184,42 €, per la realizzazione del Piano di intervento denominato “Miglioramento della qualità, della sostenibilità e fruibilità presentato proprio dall’Istituto Professionale Telese”.
Con il dirigente scolastico, la professoressa Giuliana D’Avino (che finalmente ha lasciato la nostra isola, liberando l’istituto da una presenza invasiva e, spesso, offensiva) quale responsabile del procedimento. Il Consiglio d’Istituto nel novembre 2012 ha individuato e nominato un tecnico esterno che avrebbe dovuto rivestire il ruolo di supporto al R.U.P., inoltre con varie modalità sono state incaricate le altre figure sensibili.
Proprio su tali figure sensibili le autorità starebbero indagando sulle nomine e sugli incarichi a darsi benché trattasi di soggetti già operanti con altre mansioni e stipendi. Affidamenti e passaggi completamente contrari alla norma e che pertanto sottrarranno i favore di soggetti non aventi diritto cifre sostanziose dal finanziamento, autorizzato all’IPS “V. Telese” per una cifra pari ad € 749.184,42 per la realizzazione dei lavori in questione. Occhi puntati dunque su ambiti e vicende che potrebbero produrre giri e affari non del tutto chiari.

9 Commenti

  1. Cara Ida, tu sai che sia per i pon che per i por, oltre ad esperti esterni vengono nominati docenti interni alla scuola, così come prevedono i bandi di gara, ai quali è assegnata una quota per il lavoro svolto. Non conosco il bando in questione, ma non credo che la DS abbia operato in difformità delle linee guida, così come gli altri DS dell’isola che hanno partecipato a tale por (Casamicciola, ecc …). La preside D’Avino, che risulta gradita a molti e sgradita a tanti, ha saputo valorizzare l’Istituto alberghiero e di questo dobbiamo dargliene atto. So _ come da lei stessa riferito _ che per anni ha chiesto al comune di Ischia l’utilizzo degli impianti sportivi per i suoi ragazzi, senza alcun risultato e se ora, con un progetto autorizzato sta costruendo una palestra, ben venga , non trovi? Ciao

  2. Salve, nn capisco proprio perché continui a esistere questa autoreferenzialita’ e corporativismo così esasperato tipico delle categorie italiote e non europee.C’e’ una inchiesta,bene,si faccia chiarezza e chi sbaglia paga…vero Michele?Michele per chi nn lo sa è quel sign.re che in risposta ad un mio intervento sulle nomine dei d.s. a Ischia sobillo’ che il sottoscritto avesse uno scheletro negli armadi.Ora sign.Michele detrattore dei docenti fannulloni di naniana memoria cosa mi risponde?È ancora così sicuro che la colpa sia sempre dei docenti se un Istituto nn funziona e fa parlare male di se’?Poi cara d.s.Sergi Lei sostiene che la D’Avino abbia lasciato un buon segno bene Le dico esattamente il contrario, in quanto un ds che viola sistematicamente le leggi sulla sicurezza del dipendente in termini psico-emotivi creando nella scuola un clima di terrore e decadimento conseguenziale della didattica, nn penso ci abbia fatto un buon regalo, in termini di modelli da seguire!Il carisma di un buon capo è un’altra cosa.

    Ad maiora

    Abbi il coraggio di essere libero, e abbi rispetto della libertà altrui.

  3. Maria Luisa Sergi, ora che è andata via non c’è più bisogno di Strisciare… ammesso che dietro lo pseudonimo non si nasconda il personaggio! Cosa ha fatto in questi anni? Ha buttato fango sui suoi predecessori (l’istituto 20 anni fà contava 10 classi al suo arrivo 1 in più di oggi) sugli isolani sui docenti sui colleghi, sugli alunni, sui genitori. Ha fatto allontanare il 90% dei docenti di ruolo. Al CSA durante le convocazioni i funzionari ci ridevano sopra quando nessuno sceglieva le cattedre al telese, che venivano assegnate sistematicamente a docenti accondiscendenti con pochissimo punteggio che pur di lavorare accettavano il Mobbing continuo. Ha eluso la legge a suo piacimento. All’Alberghiero di Monteruscello c’è stat una rivolta popolare quando si vociferava di un suo arrivo….e mi fermo qui, ma ci sarebbe molto altro da dire. Ora qualcuno ha deciso di indagare su alcuni progetti? Lasciateli lavorare invece di fare difese d’ufficio fuori luogo. Sappiamo bene come sono stati pubblicizzati i bandi e svolte le selezioni. Il nuovo Telese non potra che migliorare senza di Lei!!! E’ incredibile che ci sia ancora qualcuno che osi parlarne bene!

    • Meno male che ogni tanto si sente il dissenso…perché mi sembra di essere a volte sotto il fascio.La scuola HA IL DOVERE d’insegnarlo ai giovani.

  4. I pon usati per ripagare i docenti interni “allineati”…. auguriamoci che si indaghi per bene almeno questa volta.

  5. La Prof.ssa Maria Luisa Sergi difende il padrone che gli dà l’osso. Occhio che quella i suoi cani prima li usa e poi li gassa!!! Potete nascondere le cose all’interno, cantarvela e suonarvela, ma i fatti prima o poi si sanno. A Napoli non la voleva nessuno sono anni che faceva la domanda… non la rimpiangerà nessuno! Trannequalcuno che dovrà tornare a scodinzolare da capo.

  6. La carissima preside d’avino si forse qualche volta ha causato situazioni inaccettabili, ma ce da dire che la scuola e diventata forte e cresciuta ed e stata riconosciuta non solo in Campania ma anche in Italia ed oltre, ha dato molte possibilità agli alunni di conoscere e capire in cosa saremo andati incontro nella scelta del nostro futuro… Non accetto che gli vengano dette determinate cose! I docenti forse si sono allontanati perche nn gli veniva permesso di fare ciò che volevano ovvero (leggere i giornali) mi e capitato di vedere prof che Nell’assenza della preside Nell istituto seriamente leggevano i giornali e gli alunni a spasso e Nell presenza della preside rigidi e severi … Anch’io. Penso che in determinate situazioni abbia esagerato ma l’ho Stimata e la stimerò Sempre

    • Bboy un ADULTO RESPONSABILE al di là del ruolo che ricopre in una società nn ha bisogno del controllore ma di un capo carismatico,che non a che vedere con la minaccia e la coercizione.Penso che confondi carisma e autoritarismo.Potrei farti esempi di istituti sull’isola con D.S. carismatici che emanano benessere (per giunta obbligatorio per legge) su tutta la comunità e non per questo la scuola nn funziona,anzi.Credo che tu percepisca la comunita’ lavorativa come un obbligo coercitivo che abbia sempre bisogno di un……controllore,e questo mi preoccupa, e spero che questa falsa responsabilizzazione mascherata da controllo non nasconda altro(vedi Job Act e in particolare i controlli sui lavoratori tramite dispositivi elettronici).Il vero cemento in una comunità è a mio avviso il buon esempio fatto di educazione e rispetto.
      Buon tutto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui