Abbiamo anche il senatore “fontanese”: Gregorio De Falco

2

Gaetano Di Meglio | Per quel che mi riguarda, alla luce della mia elezione al Senato della Repubblica Campania 3, Alla luce di questo risultato non posso che rinnovare e rafforzare il mio impegno per il Sud”.
Lo dice, in una dichiarazione, Gianni Pittella (Pd), eletto in Campania al Senato con il sistema proporzionale. Una dichiarazione che spalanca le porte del Parlamento europeo per Giosi Ferrandino, l’ex sindaco di Ischia primo dei non eletti PD alle scorse elezioni Europee.
In Basilicata l’ex presidente del Gruppo Socialisti e democratici nel Parlamento europeo si è classificato al terzo posto, dietro M5s e centrodestra, nell’unico collegio lucano uninominale del Senato.
“Voglio ringraziare i cittadini della Basilicata e della Campania che – aggiunge Pittella – si sono impegnati in queste settimane di campagna elettorale, e che hanno espresso il loro consenso per il Partito Democratico e la coalizione di centrosinistra. Prendo atto del risultato. Il risultato purtroppo non ci sorride. I cittadini hanno fatto una scelta chiara, e hanno affidato la loro fiducia al Movimento 5 Stelle e alla coalizione di centrodestra. Che si assumano la responsabilità di governare il Paese”.
E con la scelta di Gianni Pittella di tornare a fare la politica in Italia, dopo tanti anni dall’esperienza di Franco Iacono, Ischia torna ad avere una rappresentanza politica nell’emisfero europeo. Una opportunità importante che dovremmo accogliere come isola come una “buona notizia”. Superando l’odio e l’invidia nei confronti di Giosi Ferrandino che resta eletto nonostante i diversi sentimenti poco gradevoli.
La sentenza di assoluzione da tutte le accuse mosse dalla Procura di Napoli nel caso CPL Concordia hanno dato all’ex sindaco di Ischia la via libera, appunto, per Bruxelles.
E in questa nota molto ferrandiniana, è opportuno aggiungere che alla Camera dei Deputati è stato eletto anche un amico di Ischia, il buon Lello Topo. Il consigliere regionale, tra i 12 candidati, è stato l’unico a trovare il disco verde per l’aula romana.
Per quanto questa elezione possa essere relativa (parliamo sempre di minoranza), è sicuramente una buona notizia.
Così come resta buona la notizia che abbiamo, oltre Domenico De Siano, un altro senatore amico delle nostre terre. E’ il fontanese Gregorio De Falco che nella lontana Toscana, con la candidatura pentastellata, trova l’elezione grazie alla candidatura nel listino proporzionale.
Per lui negata la gioia della vittoria al collegio uninominale, ma il bello del Rosatellum è proprio questo.
Volendo, abbiamo una bella pattuglia di onorevoli e senatori che potrebbero sottoscrivere un “Patto per Ischia”.
Andrea Caso, Gregorio De Falco e Domenica Castellone del Movimento Cinque Stelle, Domenico De Siano di Forza Italia e Lello Topo del PD. Cinque onorevoli, legati ad Ischia in maniera molto forte, che potrebbero dare voce a potenziali nostre richieste.
Ma noi siamo l’isola piccola. E viviamo dei nostri schemi mentali: della serie “A chi si figl”

www.ildispari.it

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui