A campanello | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 21 novembre 2020

0

Quando andavo a scuola, la mia mamma era solita raccomandarmi di studiare sempre a puntino, affinché nel caso di un’interrogazione fossi in grado di rispondere “a campanello”.

Ieri mi è tornata in mente quest’espressione tanto dolce quanto autoritaria al tempo stesso. La mia è stata una mamma particolarmente affettuosa, ma non per questo poco severa. Come tutte le nonne, ha in qualche modo “rinnegato” nel tempo molti dei suoi saldissimi principi da genitrice. Restando nell’ambito scolastico, mi piace ricordare che mentre era solita costringere noi figli ad andare a scuola anche con il peggiore dei temporali, cooptando la mitica zia Clara come autista dopo averci incappucciati ben bene, da nonna si preoccupava invece di chiamare casa mia e di Tony di buon mattino con una di quelle domande che ti fanno davvero incavolare: “Senti, a mamma, fa nu poc frischett… ma non è meglio che i bambini li tenete a casa oggi?

Tornando al “campanello”, ho pensato a tutte quelle occasioni della vita in cui ciascuno di noi avrebbe il dovere di prepararsi adeguatamente, in modo da non trovarsi spiazzato. Riecheggia il titolo di quella vecchia commedia di Eduardo De Filippo, “Gli esami non finiscono mai”, pronto a ricordarci che la quotidianità rappresenta un continuo banco di prova da cui non ci si può sottrarre: genitori, figli, padrini e madrine, docenti, imprenditori, professionisti, commercianti, politici e sportivi dovrebbero trovare il fegato di sentirsi continuamente a rischio, un po’ come se una sorta di grande fratello ci osservasse dall’alto, pronto a chiederci all’improvviso di rimetterci in discussione con il nostro carattere, le nostre convinzioni, le nostre competenze, il nostro operato.

Ricordando quel famoso passo evangelico di Luca, e non necessariamente pensando alla vita eterna, dovremmo imparare a restare sempre pronti “con la cintura ai fianchi e le lucerne accese”. Perché rispondere “a campanello” sia sempre alla nostra portata!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui