lunedì, Marzo 8, 2021

A.A.A. amico cercasi. Nucleo di Valutazione, Enzo cerca ancora un presidente. Dionigi, invece, ha il suo granito…

A bocca asciutta. Enzo aveva scelto il suo amico da 26 anni, ora è in attesa di scegliere un altro suo amico o, ancora meglio, qualcuno candidato con Gianluca Trani ma che è disposto a passare da quest’altro lato. Un po’ come la storia di Silvitelli che vale di più di Antonio Buono o Rino il Presidente, che restano in maggioranza e devono stare zitti senza fiatare...

In primo piano

Il saltino. Paura delle dimissioni: Gianluca Trani passa in maggioranza come Antonio e Antonello. Da semplice consigliere comunale

Gaetano Di Meglio | Termina la crisi politica di marzo del comune di Ischia. Gianluca Trani passa da “Ischia...

La “messa” in sicurezza è finita, aprite in pace la “Parrocchia” di Casamicciola

Il comune preme sulla Curia per restituire al culto il sacro luogo. L’occasione è data dalle imminenti festività pasquali. Castagna tuona:“Non posso esimermi dall’informarVi che nulla osta all’utilizzo dell’immobile, pertanto a partire dal 15 marzo 2021 sarà cura del comune assicurare l’apertura della Basilica tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 esclusi il sabato e la domenica, salvo ulteriori disposizioni“

Enzo Ferrandino: “Non ci interessa una operazione zeppa”

Il sindaco azzera i malumori dei suoi e liquida l’apertura di Ottorino Mattera: “apriamo alle forze responsabili”. Una buona “valutazione” per Gianluca?

Gaetano Di Meglio | Il nucleo di valutazione è un organismo che andrebbe cancellato, immediatamente, da ogni comune. O, almeno, dovrebbe essere modificato e reso veramente efficace. Così com’è, ad oggi, infatti non ha nessuna utilità se non quella di fornire alla politica un’arma per minacciare o mettere in difficoltà il lavoratore antipatico o poco gradito. Nella sostanza dei fatti, però, è deposito di nomine politiche per distribuire prebende. E questo vale dappertutto in Italia. Ma veniamo alla nostra isola e, specialmente, alla nostra isola.
Mentre a Barano, Dionigi trova il suo “granito”, a Ischia la situazione è ancora vacante.
Come i lettori ricorderanno, il nucleo di valutazione del comune di Ischia era composto da due candidata nelle liste del sidaco, Agata Banfi e Mariangela Calise e dal presidente scelto nella figura del dottor Pasqualino Saurino.
Ora, tributando alla memoria Saurino tutti gli omaggi e tutto il rispetto possibile, veniamo alla nomina politica che si è liberata.

Ad Ischia, dopo la scomparsa di Saurino, il sindaco non ha ancora deciso che nominare nel nucleo e a chi riconoscere la nomina.
Come vi abbiamo già detto nei giorni scorsi, però, Enzo Ferrandino non gioca da sindaco, ma da consigliere comunale e quindi per quelli del consiglio che alzano la mano restano solo le briciole,
Enzo aveva scelto il suo amico da 26 anni, ora è in attesa di scegliere un altro suo amico o, ancora meglio, qualcuno candidato con Gianluca Trani ma che è disposto a passare da quest’altro lato. Un incarico da 10mila euro fa diventare i comunisti fascisti e il contrario. Un po’ come la storia di Silvitelli che vale di più di Antonio Buono o Rino il Presidente, che restano in maggioranza e devono stare zitti senza fiatare. Chi sarà il prossimo presidente del nucleo di valutazione? Non lo chiedete ai consiglieri comunali di Ischia, loro sono esclusi da queste dinamiche: deciderà tutto Enzo Ferrandino come fatto per il componente del Consiglio di Amministrazione di Ischia Ambiente o come per tutte le altre nomine. Pensate che il sindaco ha regalato la Genesis a Domenico De Siano pensando di aver Gennaro Scotti in pugno. Ah, poveri illusi e poveri consiglieri destinati a perdere ogni dignità politica per inseguire le necessità elettorali del sindaco. Loro rischiano in consiglio e il sindaco prepara la sua prossima candidatura a consigliere comunale.

Ma veniamo a Barano dove la vicenda è un po’ diversa. Qui non si opera come Ischia, se proprio Dionigi avesse voluto prendere esempio da Enzo avrebbe dovuto nominare Sasà D’Arco o Vittorio Castagna, invece il sindaco di Barano fa le manifestazioni di interesse, ricopre il ruolo vacante in molto meno tempo del collega ischitano e allarga la coalizione. O meglio, la solidifica come un “granito”.
Il Comune di Barano, infatti, si appresta a sostituire un componente dell’organismo indipendente di valutazione del personale e per tale adempimento ha bandito una procedura concorsuale.

I candidati ammessi dovranno sostenere un colloquio con il sindaco Dionigi Gaudioso, fissato per venerdì 22 gennaio con diversi orari di convocazione in maniera tale da evitare assembramenti, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.
Sono stati ammessi al colloquio il dott. Patrizio Carbone di Napoli (ore 10.00); il dott. Paolo Nuzzo di Maglie (ore 10.25); il dott. Giovanni Granito di Lacco Ameno (ore 10.45). E’ stato invece escluso il dott. Boris Antonio Anania di Torre del Greco per aver presentato la domanda fuori dai termini stabiliti.
Come si vede, la durata del colloquio con il primo cittadino è prevista in 25 minuti. Dopodichè, Dionigi farà la sua scelta. E sarà una scelta …granitica!

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Riflessione sul Venerdì Santo, il grido di dolore de “I Ragazzi dei Misteri”

Con chiarezza e frasi dirette "I Ragazzi dei Misteri" illustrano la situazione in cui vive l'associazione e le prospettive...
- Advertisement -