venerdì, Giugno 18, 2021

6 luglio, lo scontro finale di Lacco Ameno in Consiglio di Stato

In primo piano

Se avessero ascoltato Gino Di Meglio e la difesa di Pascale non avesse fatto melina, la verità sul disastro dello spoglio di Lacco Ameno sarebbe già nota a tutti. E, invece, bisogna attendere il prossimo 6 luglio quando si riuniranno i giudici del Consiglio di Stato.

“Al fine – scrivono gli i giudici – pertanto di non procrastinare oltre la definizione della vicenda, preso atto che la Prefettura non ha inteso chiedere alcun differimento dei termini originariamente assegnatile, nel reiterare la richiesta degli incombenti istruttori già disposti, si ritiene opportuno richiamarne il contenuto, precisandolo ulteriormente e meglio. Ciò per consentire al verificatore di chiarire riassuntivamente quanto rischia di non evincersi dai singoli verbali, coordinandone e sintetizzandone le risultanze, sì da eliminare possibili lacune o aporie rivenienti da una disamina parcellizzata.

A mero titolo di esempio, essendo stato chiarito che con riferimento al gruppo di 12 schede oggetto dell’ordinanza collegiale n. 3984/2021, undici andavano ricercate nella sez. 3 e una nella sez. 4, la lettura coordinata del verbale del 27 aprile 2021 per come richiamato in quello del 28 maggio 2021 non consente di comprendere se e dove sia stata cercata la sola scheda allocata nella sez. 4.

A ciò deve aggiungersi che, in violazione della limitazione di oggetto doverosamente apposta, il verificatore ha trasmesso al Collegio, in allegato al verbale del 28 maggio 2021, schede che non corrispondono alla descrizione contenuta nell’ordinanza, «ritenendo di non disattendere» la richiesta avanzata in tal senso della difesa. In conclusione, il Collegio sollecita il deposito della relazione richiesta, specificandone nuovamente i contenuti minimali riassuntivi ed esplicativi dell’attività svolta e delle valutazioni richieste al verificatore, distinti in tre gruppi corrispondenti rispettivamente agli 8 voti rivendicati dagli appellanti principali De Siano e Balestriero alla Lista n. 1 (primo gruppo); ai 12 voti contestati dall’appellante principale De Siano in quanto asseritamente indebitamente attribuiti alla Lista n. 2 (secondo gruppo); ai 18 voti contestati dagli appellanti incidentali in quanto illegittimamente attribuiti alla Lista n. 1 (terzo gruppo).

In particolare, per ciascuno dei tre gruppi il verificatore deve:
a) indicare quante schede siano state effettivamente rinvenute, specificandone la sezione;
b) limitatamente alle sole schede rinvenute, corrispondenti alla descrizione in atti, specificare i «vizi indicati dagli appellanti principali e incidentali […], effettuandone riproduzione fotografica» (v. lett. c) dell’ordinanza n. 2061/2021);
c) limitatamente alle sole schede rinvenute, indicare le osservazioni delle parti, per come riportate anche nei verbali delle singole operazioni.

Resta fermo il divieto di estendere la verificazione a qualsivoglia altra scheda diversa da quelle descritte, salvo il verificatore ne ipotizzi, rappresentandone le ragioni, la riconducibilità a ridetto schema descrittivo, seppure non corrispondente alla lettera.

Il Collegio ricorda infine come un paragrafo a parte della relazione debba essere dedicato all’esito del riconteggio che risulta essere stato effettuato a fronte delle rilevate discrasie tra i dati riportati nella Tabella di scrutinio e il numero degli elettori, avuto riguardo ai risultati delle sezioni 3 e 4 riferibili ai voti attribuiti alla Lista n. 2, esplicitandone la corrispondenza ai risultati ufficiali del voto.

Ritenuto infine che il presente provvedimento integri una mera proroga del termine per l’adempimento istruttorio, cui consegue la necessità di differimento dell’odierna udienza di discussione”

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico estivo, senso unico in via Tommaso Cigliano

Nuovo provvedimento di disciplina del traffico da parte del comandante della Polizia Municipale di Forio, stavolta per le aree...
- Advertisement -