I MEZZI DANNEGGIATI. L’atto folle di questa notte ha danneggiato. Una Fiat 500 incendiata allo Stradone, di proprietà Sorice e la motoretta, anch’essa incendiata, dei prodotti tipici di D’Orta, ferma all’esterno del punto vendita. A mare, invece, è finito un furgoncino Ape 50 e una Peugeot di una ditta di costruzione Castaldo.

 

Le indagini condotte dai militari dei Carabinieri di Ischia, guidati dal Capitano Andrea Centrella hanno portato al fermo di un uomo. Mentre sono in corso le acquisizioni di diverse immagini registrate dagli impianti di sicurezza spari sul territorio ischitano, da Sant’Antonuo ad Ischia Ponte, non è ancora stata rilasciata l’identità del fermo. Al momento, si parla di indagini in corso.

Le operazioni di recupero sul pontile aragonese, sono condotte dalla Capitaneria di Porto di Ischia, con il Tenente Muscariello e dai Vigili del Fuoco di Ischia. Una domenica mattina molto movimentata ma che, volendo, riserva un lieto fine.

Dalle prime indagini, infatti, è escluso ogni natura dolosa o criminale rispetto al grave evento (parliamo di 2 auto incendiate e di 2 buttate in mare), ma sembra che si tratti di un atto estemporaneo di un uomo già noto alle forze dell’ordine per gesti “estemporanei”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui