primopiano

Villa Mercede, si torna a scioperare! Il 6 maggio stop ai servizi

Con una comunicazione inviata al Prefetto, alla dirigenza dell’ASL, della Regione Campania e ai sindaci, i sindacalisti della Uiltucs e della Fisacat-Cisl hanno comunicato un nuovo sciopero dei lavoratori di Villa Merdere.

Lunedì 6 maggio, infatti, è previsto lo stop dei servizi erogati dall’ASL presso la RSA di Villa Mercede. I lavoratori, presi in giro da diversi grillini nei mesi scorsi, restano ancora senza stipendio.

“In riferimento – si legge nella nota firmata da Giuseppe Silvestro e Pasqyale Dorio – alla ormai nota e complessa vertenza che vede coinvolti i lavoratori dipendenti della CIVITAS Soc. Coop. Sociale Onlus, impegnati nelle diverse attività presso la Residenza Sanitaria Assistenziale “Villa Mercede” cli Serrara Fontana (NA), che sono ancora una volta creditori cli ormai 3 mensilità retributive (Gennaio, Febbraio e Marzo 2019) nonché a fortissimo rischio occupazionale stante la procedura cli licenziamento collettivo ex L. 223/91 attivata dalla CIVITAS Soc. Coop. Sociale Onlus, le scriventi Organizzazioni Sindacali, d’intesa con le lavoratrici ed i lavoratori propri iscritti e rappresentati, con nota ciel 01/03/2019 e con altre inviate in
precedenza, hanno separatamente comunicato lo Stato cli Agitazione del Personale ecl attivato formalmente la Procedura cli Raffreclclamento ex L. 146/90 e s.m.i. e vigenti regolamentazioni cli settore.
La suclcletta procedura è stata lasciata totalmente inevasa ecl ha portato ad una prima iniziativa cli sciopero svolta in data 25/03/2019. Stante il protrarsi e l’aggravarsi clella questione, l’insostenibilità clella condizione determinatasi costringe le scriventi a proclamare un’ulteriore iniziativa di Sciopero dei suddetti lavoratori, sull’intero turno di lavoro, a partire dalle ore 00,00 e fino alle ore 24,00 del giorno 06/05/2019, in conformità con la L. 146/90 e s.m.i. e con la regolamentazione cli settore. Eventuali iniziative a sostegno della vertenza (presidi, manifestazioni ecc.) saranno comunicate con separata nota nelle tempistiche previste dalla Legge. Riservata ogni ulteriore iniziativa sindacale e legale a tutela dei Diritti dei lavoratori”

Tags

1 Comment

Click here to post a comment

  • stiamo nel 2019 e la gente crede ancora che uno striscione o una protesta possa risolvere qualcosa?
    gli avrei scippato anche le mattonelle da terra