primopiano

Via Leonardo Mazzella è un campo minato. L’appello di Don Antonio Angioini

Gaetano Di Meglio | Ottorino Mattera vive su più tempo su Via Michele Mazzella. Enzo, come tutti sanno, vive tra Testaccio e il Corso. E i politici che fanno le cose ad Ischia, ovvero solo loro due, non passano mai per via Leonardo Mazzella. Una strada dimenticata dall’amministrazione di Ischia fin troppo impegnata in lotte politiche, dolce far nulla e, un intenso studio di come far fuori i compagni di maggioranza.
L’ultimo attacco, benché educato, arriva da Don Antonio Angioini, vero difensore della zona che, lo scorso 5 febbraio ha protocollato una lunga nota, inascoltata, al primo cittadino di Ischia.
«Gentile sindaco, in data 22 gennaio 2018 alle ore 10 mi trovavo a camminare in via Leonardo Mazzella (tratto basso: prima degli Uffici EVI) quando sono inciampato per un avvallamento (non immediatamente visibile) nel manto stradale; sono rovinosamente caduto sulla carreggiata, riportando contusioni, abrasioni e lesioni superficiali alle braccia ed alle gambe.
Temendo il peggio per la rovinosa e pesante caduta, ho provveduto a fare gli accertamenti radiologici del caso, che fortunatamente non hanno indicato alcuna lesione osteoarticolare ma solo contusioni all’avambraccio destro ed ecchimosi vari alle ginocchia».
L’attacco di Don Antonio è chiaro e netto ed individua bene le colpe dell’amministrazione di Ischia: Via Leonardo Mazzella è stata rifatta no meno di due anni fa!
«Proprio nel fare questi accertamenti – continua il Parroco del Buon Pastore – e comunque parlando dell’episodio da me patito con altri cittadini della zona, sono venuto a conoscenza che molte altre persone (residenti e non nella zona della Parrocchia del Buon Pastore) hanno subito cadute rovinose come – se non più gravi – della mia, con lesioni varie per l’attuale stato di dissesto della carreggiata stradale di via Leonardo Mazzella. Questa pluralità di cadute mi ha indotto a scrivere la presente per manifestarLe (ove già non lo sapesse…) come via Leonardo Mazzella è attualmente un campo minato, pieno di avvallamenti, buche, crepe nell’asfalto, che quotidianamente sono causa di cadute rovinose per cittadini e residenti, donne e bambini».
Ma come, già si sono dimenticati al comune come hanno stressato i cittadini di Ischia per i lavori che sembravano infiniti. Lavori che, lo ricordiamo, portarono per l’esasperazione al gesto estremo di Carmelo Buono! A nulla è servito: abbandonati allora, abbandonati oggi!
«E questo specie – ricorda Don Antonio – per gli annosi lavori di qualche tempo fa per la realizzazione delle fogne pluviali nella zona, lavori solo recentemente ultimati. Tali lavori hanno determinato una serie di assestamenti, crepe e avvallamenti nel manto della carreggiata stradale che sono assolutamente pericolosi per i passanti. E’ assolutamente necessario provvedere alla sistemazione di via Leonardo Mazzella, procedendo all’eliminazione ed alla sistemazione degli avvallamenti, delle crepe e dei buchi oggi ivi presenti su tutta la carreggiata di detta Strada del Comune di Ischia da Lei amministrato. Nella qualità di Parroco del Buon Pastore (e forte della mia esperienza personale quale indice della situazione effettiva in loco), La invito – qui l’appello si fa serio! – a voler intervenire con l’urgenza del caso per provvedere alla sistemazione in tempi brevi (possibilmente brevissimi…) di via Leonardo Mazzella, con la sistemazione di tutta la carreggiata e con il rifacimento del sottomassetto e della carreggiata, in modo da eliminare la causa delle attuali cadute».
La conclusione, con un po’ di veleno è tosta: «Certo del suo fattivo interessamento, La ringrazio per quanto farà per i Cittadini tutti che Lei è chiamato ad amministrare in ragione dell’alta funzionale istituzionale a cui è stato nominato. Buon lavoro…»
“in ragione dell’alta funzionale istituzionale a cui è stato nominato” sembra proprio una sottolineatura molto seria.
Enzo, chiedi ad Ottorino se puoi intervenire. Magari a Via Leonardo Mazzella non lo hanno votato, ma sono pur sempre cittadini del comune di Ischia.
www.ildispari.it

Tags

2 Comments

Click here to post a comment

  • LUIGI TELESE: Bravo Don Antonio, ha dimostrato coraggio e determinazione ! Proprio come deve essere il Pastore in difesa del suo Popolo ! Ed ora tocca al sindaco Enzo Ferrandino: BUON LAVORO …

  • Concordo. Don Antonio si è sempre impegnato per il territorio, ma con questi “amministratori” che ci ritroviamo…