class="post-template-default single single-post postid-167280 single-format-gallery elementor-default">
primopiano

Un nuovo traghetto per la flotta di Medmar, ecco Giulia d’Abundo

 

La compagnia marittima di Emanuele d’Abunto ha ha acquistato in Estonia il ferry St. Ola, già rinominato Medmar Giulia. L’equipaggio è già a bordo. Ieri sono state completate le operazioni per concludere la nazionalizzazione ed è stato effettauto anche l’alza bandiera. Il viaggio verso Ischia inizierà tra una settimana e durerà 13 giorni.  Il tragetto, costruito nel 1971, A presto, “Giulia”

20 Comments

20 Comments

  1. Vittorio

    Mag 19, 2017 at 6:49

    Bellissimo!!
    Va a remi?

  2. Francesco

    Mag 19, 2017 at 9:28

    Ennesimo bidone galleggiante…..ma non vi vergognate come compagnia di navigazione ad offrire servizi scadenti su navi vecchie e malconce facendo pagare un esoso biglietto?
    Siete LADRI e pure presuntuosi…. Vi auguro il peggio nella vita, bastardi!

  3. Gennaro

    Mag 19, 2017 at 10:16

    Mi sembra un altro cascettone…..tanto per cambiare

  4. Giuseppe Pane

    Mag 19, 2017 at 10:32

    Pensare che quando ero bambino consideravamo i mezzi sovietici arretrati,e i paesi dell’est poveri ed arretrati, oggi acquistiamo e viaggeremo, su un battello usato risalente al periodo sovietico! Che cosa succederà tra 10 anni? Compreremo le navi usate dall’Albania? Magari le stesse navi che usarono gli albanesi per venire in Italia nel 1990? E tra 20 anni? I barconi usati dai profughi?

  5. luigi

    Mag 19, 2017 at 11:12

    ah, è praticamente nuovo…

  6. Peppe

    Mag 19, 2017 at 13:10

    Un’altro residuo bellico che solcherà il nostro mare.

  7. La bocca della verità

    Mag 19, 2017 at 13:40

    Un altro rinale galleggiante, manca solo il mainico poi è uguale

  8. Peppe

    Mag 19, 2017 at 15:41

    Caro Francesco, la colpa è di di chi rilascia le autorizzazioni per farli navigare e soprattutto degli organi preposti al controllo (RINA).

  9. Mauro

    Mag 19, 2017 at 15:41

    Un altro environmental friendly boat…Con il benestare delle nostre autorita’ marittime solchera’ nei nostri mari un altro cascettone che trasudera’ olio da tutte le parti…..a mare!

  10. Serena

    Mag 19, 2017 at 16:32

    Complimenti agli imprenditori che investono nel futuro di Ischia e nella sua immagine.

  11. diritto di replica

    Mag 19, 2017 at 16:46

    Non mi sembra che Elba Giglio Eolie Pontine Egadi Pantelleria Malta Tremiti abbiano navi nuove o sbaglio? Invece di guardare l’età delle navi perché nessuno guarda la frequenza delle partenze ? Praticamente noi andiamo al porto e a qualsiasi ora o con nave o con aliscafo possiamo raggiungere la terraferma. Poche isole hanno questa frequenza!!!

    • Seadimonios

      Mag 19, 2017 at 17:23

      Il problema è che 20 anni fa si andava a Pozzuoli in 45 minuti. Ora con le partenze frequenti ci si impiega un ora e dieci minuti…..quando va bene!

    • Il marittimo

      Mag 21, 2017 at 9:35

      Il monopolio vi consente tutto! La fortuna e il sacrificio degli equipaggi di non passare guai…..

  12. Giovanni

    Mag 19, 2017 at 17:00

    Mamma mia, l’ennesimo stracantero popoff. Tutto lentezza, amianto e uranio impoverito.

  13. mario

    Mag 19, 2017 at 17:00

    Dappertutto i CESSI li comprano solo ed escusivamente nuovi, chissà perchè a noi toccano CESSI usati e pieni di m—–

  14. la bocca della verita'

    Mag 19, 2017 at 19:22

    una domanda per Medmar sorge spontanea.ma vi hanno dovuto pagare per andare a ritirarlo?

  15. michele

    Mag 19, 2017 at 21:07

    Purtroppo la colpa è di chi da le autorizzazioni per la navigazione.

  16. Fabio

    Mag 20, 2017 at 2:51

    Col mare grosso questo ci fara veramente divertire! Altro che vomitare. Io credo che dopo l’Agata ci dovrebbe andare bene quasi tutto.

  17. ENZO

    Mag 20, 2017 at 15:48

    qualche anno fa si diffuse la notizia che le navi per trasporto passeggeri non potevano avere piu di 25 anni.evidentemente in italia o meglio in campania siamo considerati animali.nel nord europa rottamano noi li prendiamo e li chiamiamo”NUOVI”

  18. Sammarco

    Mag 22, 2017 at 22:18

    Che cesso possono riesumare il casamicciola terme 1

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top