primopiano

Un “bolide” infiamma i cieli di Ischia

Una enorme palla di fuoco è stata avvistata nella notte tra sabato e domenica delle Palme nei cieli a Sud Est dell’isola. Diverse le persone che hanno segnalato lo strano avvistamento.
In merito abbiamo raccolto la testimonianza di Pasquale Di Scala che è riuscito ad immortalare il bolide luminoso che per qualche istante ha attraversato ed acceso il cielo sopra la nostra isola.
“Le immagini non rendono, ma dal vivo è stato davvero suggestivo” ci ha spiegato il giovane Pasquale Di Scala di Serrara Fontana che ha assistito a questo insolito evento dalla sua casa di Fontana intorno alle 3,00 della notte. Esattamente nel cambio d’ora legale. “Dal vivo si capiva in maniera chiara che fosse qualcosa in fiamme probabilmente a causa dell’atmosfera. Però ho subito escluso che si trattasse di una stella cadente ed ho pensato alla questione del satellite cinese.”
In queste ore si è parlato, infatti, del rientro incontrollato della stazione spaziale cinese che potrebbe cadere in Italia proprio nei giorni di Pasqua, secondo la Protezione Civile. Il laboratorio orbitante cinese Tiangong 1 è fuori controllo dal marzo del 2016 e “la sua perdita di quota è lenta ma inesorabile”, si legge sul sito dell’istituto nazionale di astrofisica, che precisa come allo stato attuale le “previsioni di impatto” siano molto incerte.
In ogni caso saremmo in anticipo sui tempi previsti almeno di qualche giorno. Dunque si sarebbe potuto trattare di un enorme e luminosissimo bolide che ha sorvolato illuminando il cielo isolano dopo forte maltempo dei giorni scorsi e prima della scossa di terremoto della scorsa notte. La palla di fuoco in cielo è stata vista da alcune persone che a quell’ora erano ancora sveglie, compresa una pattuglia dei carabinieri in servizio che ha creduto di vedere l’enorme palla cadere verso Santa Maria al Monte, un breve inseguimento per tentare di comprenderne l’entità, risoltosi però in un nulla di fatto.
L’elemento incandescente prima pare essere unito nella sua caduta e poi, prima di scomparire, pare si separi in due nella direzione di caduta. Un bolide è comunemente inteso un corpo proveniente dallo spazio e che precipitando in atmosfera, si presenta come una palla di fuoco seguita da una scia luminosa. Un evento simile si era registrato a Reggio Calabria sempre dopo una giornata di temporale e dopo un terremoto, non prima.

COS’E’ UN BOLIDE SECONDO GLI SCIENZIATI
Di norma il bolide è un meteorite, cioè un frammento di roccia generalmente originario di una cometa o un asteroide che, trovandosi a passare in prossimità della Terra, viene attratto dal campo gravitazionale del nostro pianeta, precipitando quindi verso il suolo.
Il bolide, entrando in atmosfera si incendia a causa dell’attrito e si consuma per evaporazione man mano che procede verso terra. Se la sua massa è sufficientemente grande, riesce invece ad arrivare al suolo.
I bolidi possono avere colori diversi, che possono dipendere anche dalla loro composizione, ma che sono essenzialmente correlati alla temperatura raggiunta. Bisogna dire che come un bolide apparirebbe anche un qualsiasi frammento di satellite artificiale che precipitasse in atmosfera. Pertanto, in termini scientifici si preferisce parlare di meteore e di meteoriti. Il fenomeno può verificarsi casualmente e senza preavviso, essendo generato da meteore sporadiche non classificabili in alcun modo. Ma alcune “stelle cadenti” sono meteore prodotte dalla disintegrazione di antiche comete e si manifestano periodicamente quando la Terra interseca l’orbita della cometa originaria, cioè una volta l’anno. Raggruppate, per tradizione, in sciami, sono denominate con il nome della costellazione dalla quale sembrano “provenire” quando diventano visibili, come le Perseidi e le Orionidi. I meteoriti sono invece dei frammenti di corpi celesti più grandi, dalla massa sufficientemente grande da riuscire a non evaporare del tutto durante il percorso nell’atmosfera e a giungere quindi fino a terra, accompagnati da una esplosione e producendo un cratere le cui dimensioni dipendono dalla loro massa e dalla loro velocità all’impatto.
Per il momento non si hanno ulteriori testimonianze isolane in merito.

Tags

1 Comment

Click here to post a comment

  • Cosa c’entra l’ora legale , sull’articolo del bolide su Ischia ?
    Siamo in agosto “ancora”!!!!!
    Buona domenica
    PS : Io ho visto alle 03,01 la meteora fino alla fine della corsa , il corpo celeste prima mono corpo, poi si è diviso in due parti , poi infine in quattro , sparendo in prossimità dell’orizzonte.