Lacco Ameno primopiano

Tassista blocca il traffico per “acchiappare” clienti

Ci troviamo a Lacco Ameno e le foto che vedete sono state scattate ieri pomeriggio e sono molto esplicative: un grande taxi bianco si è fermato in strada per contrattare una corsa con un gruppo di turisti. Così facendo non solo ha bloccato tutto il traffico su una arteria fondamentale per tutta l’isola, ma sta contravvenendo a molte regole di categoria.

Non è la prima volta che lungo le strade isolane vediamo scene di questo tipo, con tassisti che “ronzano” attorno alle fermate degli autobus sempre molto affollate vista la carenza cronica di autobus in circolazione sulla nostra isola, sempre in numero inferiore rispetto alla richiesta.

Il disappunto per questo comportamento è tanto e proviene forte anche dagli automobilisti che si sono visti bloccare la strada perchè un tassista aveva deciso così.

Seppure in coda di stagione turistica, servono urgenti provvedimenti.

 

4 Comments

Click here to post a comment

  • I comuni se ne fregano di tutto è una categoria che porta tanti voti, a pensare che sono i biglietti da visita, invece tra di loro dal drogato che spaccia, il ladro che non rispetta il tariffario, il taxista in canottiera e chi ne ha +ne metta e questa è Ischia vogliamo fare turismo ben vengano i Mao mao.

  • Il giorno che arrivera UBER sara un giorno di grande felicita per tutta la communita isolana meno la casta dei tassisti sanquesuga!

  • A parte che questi sono veri e propri bus e non taxi. Inadatti per Ischia e per le nostre strade. Ognuno di loro occupa due posti normali nelle aree di sosta. Ieri all’altezza del girarrosto Ischia io seguivo con il.mio motorino proprio uno di questi Taxi. Ebbene all’improvviso si ferma di colpo senza segnalarlo con una freccia perche’ dalla parte opposta al marciapiede due tutisti lo avevano chiamato. Io ho dovuto frenare all’improvviso e solo per un caso non l’ho tamponato. Il tizio alla guida se ne e’ fregato di tutto senza nemmeno chiedere scusa. Ha preso i clienti ed e’ ripartito. Ecco cosa sono i tassisti ad Ischia.

  • Quando si parla di tassisti, si dimentica che la maggior parte di loro erano microtassisti ( ape motorette) derivanti storicamente dai carrettieri a loro voylta “ciucciari” (nei monti con trasporto legna e materiali diversi d’inverno e turisti d’estate) . E’ cambiato il mezzo, ma non il conducente, la colpa e’ delle amministrazioni: guai a toccare tanti voti.
    Basterebbe organizzare corsi serali invernali ed insegnare loro come migliorarsi e relazionare nel migliore dei modi.