primopiano

Spignese e Boccanfuso tremano. Stasera gruppo a “sorpresa”!

Non c’è ordine del giorno: consiglieri comunali convocati al “buio”. Il sindaco “sonda” gli umori dei suoi e prova a disegnare strategie Vivere Ischia sempre più vicina ad Enzo. Il gruppo non sarebbe più fuoco amico: Giosi contro fa troppa paura...

L’asse Barano-Ischia diventa sempre più forte. Sempre più collegato e sempre più viatico di clientela politica, piaceri e favori. La maggioranza di Enzo oggi resta in piedi grazie al ruolo, ondivago, di Massimo Trofa. Secondo alcune cattive lingue di Via Iasolino, infatti, uno dei pupilli di Massimo, dovrebbe essere il secondo classificato all’ennesimo concorso chiacchierato di Barano.

La pratica si chiuderebbe ben presto e prima del prossimo consiglio comunale ischitano, quando, stando alle cattive lingue della politica ischitana, ci potrebbe essere un nuovo cambio in giunta. Con Luca Spignese “sterilizzato” in giunta, e senza poteri la nuova formazione politica di Ischia potrebbe vedere, nuovamente, in maggioranza il gruppo Vivere Ischia. Come? Con l’ingresso in giunta di Carmen Criscuolo che, a questo punto, significherebbe i saluti per Roberta e Luigi Boccanfuso. Entrambi senza voto, infatti, possono essere sacrificati sull’altare della clientela di Enzo Ferrandino.

Con Carmen in giunta, e con Ischia Risorsa Mare ancora da affidare (andrebbe ai Sciupy’s) la maggioranza di Ischia si potrebbe allargare in maniera considerevole e garantire al “cattivo” sindaco di Ischia di continuare a proteggere la poltrona di primo cittadino.

Non fate pensieri di coerenza, di chiarezza o di politica: la mission è restare al governo e al potere fino alla fine e senza pensare al paese. In questo frangente, però, c’è sempre Massimo Trofa che, dal prossimo 15 settembre, è pronto ad incassare un altro “dono”: le nuove borse di studio nell’UTC Ischitano. Borse di studio da 500 euro al mese che servono al geometra cresciuto all’ombra di Giosi per “andare avanti”. I tre posti disponibili sono tutti riservati per massimo. Uno verrebbe riconfermato, un secondo, invece, deve essere “preso” perché lavora gratis da tempo sempre nell’UTC e ha bisogno di essere retribuito del “volontariato” eseguito e un terzo dovrebbe arrivare al posto del figlio di Starace.

Ma non sazio, Massimo, avrebbe chiesto anche la seconda posizione baranese per il suo pupillo che, all’occorrenza, potrebbe essere richiamato in servizio presso il SUAP di Ischia con la condivisione della graduatoria. Nel PEG, infatti, è già tutto predefinito. Tutte queste attenzioni per Massimo Trofa, però, hanno mandato il tilt Paolo Ferrandino che, dimessosi, non può far altro che far buon viso a cattivo gioco. E, sapendo di non contare più di tanto ora che non deve alzare la mano, deve stare zitto e guardare che il suo “regno” (quello in cui per 40anni ha fatto il bello e cattivo tempo) passi nelle disponibilità di un altro geometra e consigliere comunale.

La convocazione di questa sera, però, non ha chiaro l’ordine del giorno. Le tensioni tra consiglieri sono sempre le stesse e le preoccupazioni del sindaco anche.

Tags

1 Comment

Click here to post a comment

  • Direttore sappi che io “tremo” solo difronte alle malattie……..
    La politica è passione civile …