primopiano

Si spacca l’avvocatura, nasce una nuova associazione con Alberto Barbieri

L’avvocatura si spacca! Con la nascita di una nuova associazione che ha preso corpo ufficialmente con la stesura dello statuto e dalla scelta di contrapporsi all’Associazione Forense dell’Isola d’Ischia presieduta dall’avv. Francesco Cellammare. La nuova denominazione è “La Nuova Curia – Avvocati dell’Isola d’Ischia”, che ha ufficializzato la sua nascita con un comunicato sottoscritto dall’avv. Alberto Barbieri che ha presieduto il comitato costituente della nuova “formazione”, nata proprio per la scarsa incidenza dell’Assoforense di Cellammare di risolvere i problemi che si sono ulteriormente aggravati con la mancata approvazione della legge che consentiva la proroga per un ulteriore triennio della sezione distaccata. E dalla incapacità di confrontarsi con la base dell’avvocatura scegliendo di salvaguardare soltanto determinati interessi di avvocati, perché più numerosi, e penalizzando nel contempo coloro che svolgono la professione nel civile e nel penale. Accusando il Cellammare di aver preferito rivolgere il proprio sguardo su alcune tematiche tralasciando le altre e soprattutto non tenendo in considerazione i deliberati degli organismi rappresentativi della classe forense napoletana. Tant’è che nel mese scorso nell’ambito del circondario della Corte di Appello di Napoli solo l’ufficio giudiziario di Ischia ha svolto attività dibattimentale in sede penale, non rispondendo alle sollecitazioni delle Camere penali che chiedevano di revocare l’astensione fissata il 4 dicembre, voluta principalmente dagli avvocati che operano nel Giudice di Pace e che ha approvato a larga maggioranza la scelta del Cellammare.

E’ una spaccatura profonda in una fase molto complessa e delicata, perché avanza velocemente la data del 31.12.2018, giorno in cui dovrebbe cessare definitivamente di operare la sezione distaccata di Ischia. E questa associazione voluta e sostenuta dall’avv. Alberto Barbieri va nella direzione di sostituirsi all’Assoforense per ingaggiare una battaglia politica e di categoria per salvare il salvabile, ossia una sezione distaccata che si appalesa in questo momento in stato comatoso.

A questo neo associazione potranno partecipare gli avvocati, i praticanti avvocati e gli addetti ai lavori. Per coinvolgere tutti coloro che operano nel campo della giustizia e che hanno a cuore la vita di un servizio pubblico di primaria importanza.

 

 

 

Tags

Add Comment

Click here to post a comment