Sport

Scotti: “Si recuperi il rapporto con Carlino e Rapullino, sono stati ripagati solo da offese”

Enrico Scotti, ex Direttore Sportivo dell’Ischia Isolaverde (lo è stato per più decenni) lancia l’ennesima proposta che rischia di far discutere non solo gli appassionati di calcio ischitani. Infatti, l’ex dirigente – che ultimamente ha seguito, appoggiato e favorito la creazione di una nuova realtà ischitana che si muoverà verosimilmente in Prima Categoria, la Rinascita Ischia Isolaverde – vorrebbe che il rapporto fra la affezione gialloblu ed il duo di presidenti Lello Carlino e Luigi Rapullino si ricomponesse dopo i grandi dissapori passati. Scotti scrive sulla cosa, ipotizzando l’organizzazione di una Giornata Gialloblu finalizzata alla riconciliazione, sul suo profilo Facebook. Ecco il post:

“Venerdì 8 settembre mi sono permesso di caldeggiare una iniziativa di grandissima prospettiva per la nascente Rinascita Isolaverde: la organizzazione di una GIORNATA GIALLO-BLU’ ( molto più seria quella promossa da Papa Francesco in Colombia : Giornata della Riconciliazione!). La Giornata da me sollecitata doveva essere, e spero ancora sia, dedicata al recupero del rapporto con due personaggi quali i Presidenti Lello Carlino e Luigi Rapullino, che hanno di fatto profuso ingenti risorse per quella che è stata l’ Ischia Calcio e che invece sono stati ripagati con offese irripetibili provocate più dalla cocente delusione e dalla pessima e prezzolata comunicazione che ha contraddistinto gli anni della “dipartita” sportiva della nostra amata Ischia. Ritenevo e lo ritengo con convinzione che la GIORNATA doveva e poteva servire a chiarirsi, riabbracciarsi e ripartire tutti insieme per scrivere un futuro meno incerto per i colori Giallo-Blù. L’invito da me rivolto ha sortito dei commenti di grosso spessore e molte condivisioni, purtroppo però accompagnati dall’ ASSORDANTE SILENZIO degli addetti ai lavori. La cultura del rancore, della vendetta e della presunzione non hanno mai portato da nessuna parte, figuriamoci poi se a professarla sono degli autentici NEOFITI dirigenziali ! Speriamo bene e sempre Forza Ischia”.

 

L’AGGIUNTA – L’ex ds è stato raggiunto dalla nostra redazione al telefono per provare a spiegare i motivi che l’hanno spinto a provare questa impervia strada, visto che Carlino e Rapullino sono due personaggi invisi alla stragrande maggioranza della affezione calcistica isolana. “A me non frega nulla che siano invisi, esordisce Scotti – l’onestà intellettuale dovrebbe far capire che hanno avuto vicino delle persone che si sono mostrate incompetenti. Hanno profuso dei soldi e quindi secondo me può sbagliare ma merita rispetto. Io intanto voglio vedere cosa succederà immediatamente dopo l’iscrizione della Rinascita Ischia Isolaverde”, afferma.

“Io sono uno sportivo di vecchia data, ho maturato esperienza e posso – dall’esterno – dire delle cose che potrebbero non fare piacere. Ma le dico come sempre assumendomi le mie responsabilità. Io dico semplicemente che Carlino e Rapullino hanno speso dei soldi per l’Ischia e poiché c’è una rinascita, io voglio cogliere un momento negativo (le offese, ndr) e farlo diventare positivo provando a mettere tutti insieme. Poi se si metteranno insieme sono problemi loro”, aggiunge l’ex direttore gialloblu, che ammette altro: “Io non ho assolutamente parlato né con Carlino, né con Rapullino, con cui non ho rapporti. Però questa è la riprova della valenza della mia proposta. E non so nemmeno cosa si voglia fare dall’altra parte. Può darsi che lo stiano facendo in segreto, per conto loro, ma non saprei dire. Comunque, attendo un po’ di tempo e poi magari potrei fare anche una iniziativa piuttosto clamorosa”. “Oggi attendo di sapere se i maggiorenti della Rinascita hanno accolto la mia proposta oppure la ritengono una autentica fesseria”, conclude Enrico Scotti.

Add Comment

Click here to post a comment