primopiano

Salta anche il Villaggio della Befana: feste flop!

La politica, i voti e la corsa elettorale già cominciata più cruenta che mai, fanno piangere anche la Befana. Il “villaggio” sul Piazzale Ancora fallisce tutti gli appuntamenti. Sarà smontata anche la pista ultra tech, installata a caro prezzo, a spese dei contribuenti, senza aver mai funzionato un solo secondo se non per scatenare una guerra intestina nell’esecutivo Castagna.

A singolar tenzone tra gli uomini più rappresentativi della compagine di governo. Dal 25 dicembre, passando per Capodanno fino all’Epifania, con questa figuraccia tutte le feste sono andate via.

Così, Ignazio e Peppe litigano e Babbo Natale con la Befana piangono! E piangono anche di brutto. La guerra politica innescatasi tra il vicesindaco Giuseppe Silvitelli ed il delegato alle fiere e al turismo, Ignazio Barbieri, non ha risparmiato niente e nessuno. Neppure le icone del “Merry Xmas”. Loro litigano, qualcuno organizza e il resto della truppa di GiBì Castagna resta a guardare e raccogliere le briciole di una politica votata all’eccesso e alla prossima tornata elettorale.

Per le festività appena trascorse, come avete capito, è saltata l’installazione oltre al villaggio di Babbo Natale anche quello della Befana. La SIS con le sue strisce blu “vince” e con essa vince anche la corsa ad accaparrassi voti e consensi la politica che sostiene e foraggia.

A quanto pare, alla luce del braccio di ferro in atto,  anche a costo di figuracce colossali, la posta in palio deve essere altissima. Pensare che il comandante dei vigili urbani, Mattera, aveva persino emesso il divieto pro villaggio sull’area demaniale in questione. Eppure niente. Di villaggi, piste di pattinaggio e attrazioni, seppur annunciatissime, non si è vista l’ombra. Il comandante Giovanni Monti aveva emesso il divieto di sosta con rimozione forzata proprio per il piazzale Ancora a partire dal 3 gennaio 2019 e fino al 10 gennaio 2019. A chiedere il provvedimento Mattera la comunicazione prot. n. 18591 del 31/12/2018 del Responsabile dell’area Tecnica, Ing. Baldino, con la quale si rendeva noto che l’AMCA, la società individuata dall’ente quale organizzatore delle manifestazione Natale 2018/Capodanno 2019, doveva installare sul piazzale Ancora una “Cittadella del divertimento” con una serie di attrazioni. Tenuto conto che lo spazio in questione è adibito a sosta a pagamento e che può essere occupato per giorni sette, tempo massimo consentito per montaggio delle apparecchiature, previo ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie ivi compresa quella del demanio marittimo. Il comandante emetteva il provvedimento per consentire il corretto e tranquillo svolgimento della manifestazione ed a tutela della pubblica incolumità. Il divieto di sosta prevedeva anche l’obbligo di rimozione per lo sgombero dell’area onde consentire il montaggio di quanto previsto previo rilascio delle necessarie autorizzazioni utili alla prosecuzione delle attività programmate. Insomma, il divieto c’è fino al 10 gennaio, crediamo a questo punto inutilmente. E’ già storia l’ennesima figura barbina di questo Natale made AMCa. La linea del “no“ al villaggio vince. Dell’area ludica non si far nulla, o almeno non se n’è fatto nulla fin qui. La mega pista di ghiaccio ultra tecnologica, il ponte di luci e stelle che avrebbe dovuto collegare piazza Marina con il Piazzale Ancora e i “gonfiabili” restano un miraggio. Alla radice del molto turistico solo transenne e pezzi da montare, o smontare, all’occorrenza. A quanto pare oltre alle gelosie interne al gruppo Castagna, una campagna elettorale ormai nelle sue battute più teatrali, a far saltare i programmi è stata anche la necessità di consegnare tutte le aree previste da contratto alla società riminese, vincitrice del contratto di affidamento, proprio a inizio e gennaio, del sistema di gestione della sosta a pagamento con parchimetri e strisce blu. 130.980,00 euro per due anni e l’assunzione di decine di ausiliari del traffico. Il bando per partecipare è scaduto il 21 dicembre scorso. Insomma decine di assunzioni val bene una figuraccia.

Screzi e dispettucci fatti pagare alla comunità. Doveva essere la vera sorpresa il villaggio natalizio che avrebbe dovuto aprire le sue porte dal 20 dicembre al 6 gennaio nella zona di Piazzale dell’Ancora: gonfiabili, attrazioni per bambini, iniziative, spettacoli a tema, giochi virtuali e la pista di pattinaggio avrebbero dovuto trasformare l’area in una vera e propria cittadella dedicata ai bambini e che non avrebbe mancato di suscitare interesse anche in ragazzi e adulti. Un villaggio che, fino ad oggi, resta solo nei sogni e sui cartelloni pubblicitari. Un’installazione mancata che fa il paio con l’altra suggestiva attrazione, la ruota panoramica, aperta dal 7 dicembre fino a tutto il 6 gennaio, ma non di certo immune ai pesanti scivoloni autorizzativi.

Eppure tutto era stato annunciato in pompa magna insieme con gli “Eiffel 65” a Capodanno, il villaggio di Babbo Natale per un mese, poi quello della Befana per una settimana, eventi e iniziative che, come la ruota, sono stati organizzati con pressappochismo e poca intesa. Alla casamicciolese insomma.

Questo è il Natale di Casamicciola tra luci a mappate e contrattempi poco consoni al momento e alle previsioni trionfalistiche. Aspettavamo, speranzosi, ancora il trenino di Babbo Natale che doveva circolare per le strade del paese. Anche quello, infatti, è divenuto un misterioso Oriente Express.

Si accende dunque, a metà, tra una lite e tanti eventi cancellati, il Natale dell’eccesso finito per trasformarsi in talune attese in un evidente flop. Il cartellone è promosso e organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con AMCA srl.

 

Ci riproveranno a Pasqua. Ma non finisce qui. Stando ai rumors e alle indiscrezioni trapelate, è intenzione della direzione artistica AMCa montare dal 1 aprile un altro villaggio, quello del “Coniglietto Pasquale“. Chissà che sorprese riserverà quest’altro uovo di Pasqua ai casamicciolesi… Infatti, dal 1° Aprile, la ruota dei Verdi cambierà location portandosi sulla più consona e panoramica destinazione del Piazzale Ancora. Con la Ruota finalmente panoramica arriverà anche una pista per gonfiabili e giochi ludici destinati ai bambini. Una sorta di villaggio dei piccoli con attrezzature e giochi acquistati già dall’AMCA da potersi usare per tutti gli eventi, da Pasqua, a Carnevale fino a Natale. Almeno dicono. Come sempre, però, non resta che attendere e capire quanto fondati siano gli annunci e le previsioni festaiole tra l’altro annunciate da cartellone degli eventi.z

Tags

1 Comment

Click here to post a comment

  • Mi chiedo se è mai possibile che a causa dei capricci di un politico non si realizzino degli eventi già programmati ed approvati destinati a recare gioia a dei fanciulli…e menomale che a Natale dovremmo essere tutti più buoni!!