primopiano

Riparte l’iter per il comune unico, ripresento proposta di legge

Riparte in Consiglio regionale l’iter legislativo per l’istituzione del Comune Unico dell’Isola di Ischia. Lo rende noto la Consigliera regionale campana di Forza Italia, Maria Grazia Di Scala, Presidente della Commissione Sburocratizzazione della Regione Campania.

“I chiarimenti legislativi del governo regionale ad una mia specifica interrogazione del giugno scorso – spiega l’esponente di Forza Italia – hanno reso possibile il superamento di alcune norme che impedivano la discussione e l’esame della nuova proposta di legge”.

“Adesso, dopo oltre un anno di battaglie, sollecitazioni e interrogazioni, riprendiamo le fila di un discorso interrotto dall’inerzia della Giunta De Luca, di una battaglia per un obiettivo che mai come in questo momento di grave difficoltà per l’intera isola potrebbe rivelarsi fondamentale”, aggiunge l’esponente di Forza Italia.

“Senza contare le difficoltà di comunicazione e condivisione dei singoli obiettivi di ben sei amministrazioni diverse, con tutti i problemi amministrativi, burocratici e politici che tutto questo comporta. Resto sempre più convinta che ci sia bisogno di fondere i nostri comuni in un unico grande organo amministrativo dal quale ripartire. A seguito del luttuoso terremoto che ci ha colpito il 21 Agosto, abbiamo potuto constatare come tutta la nostra isola nella sua interezza, e non solo i 3 comuni più colpiti, abbia subito i danni economici di quel triste evento. La nostra è un’isola stupenda, ci corre l’obbligo di centralizzare e condividere gli obiettivi, i problemi e le comunicazioni della stessa, snellendo i percorsi burocratici che oggi la attanagliano”.

#ischiacomuneunico è l’hashtag che accompagna l’iniziativa del consigliere reigonale

Tags

5 Comments

Click here to post a comment

  • Ma quote volte ancora dobbiamo andare a votare contro il comune unico?? Fu fatto già un referendum dove la maggior parte degli Ischitani si e’ mostrata contraria al comune unico. Oggi si ripropone la stessa cosa,una vera forzatura da parte della politica che in questo momento invece di dedicarsi in tutto e per tutto,con tutte le forze, ad aiutare la popolazione colpita dal terremoto pensa a sperperare altro denaro per inutili referendum e votazioni varie a cui ripeto già ci siamo espressi!!!

  • Ma vogliono finirla? Continueranno fin quando otterranno (e spero mai) questo comune unico? L’unico interesse a portare avanti una cosa del genere è quello di candidare de siano come sindaco in modo tale da aumentarne il potere. Ma ci rendiamo conto? Ci sono rivalità tra forio e panza. Figuratevi in un comune unico! Utilizzare poi sto fatto del terremoto, mi sembra pretestuoso. Anzi. Lo è! Si è già votato! ORA BASTA!

  • nr. 6 comuni per un piccolo scoglio!!! Sembra di averci 6 isole ognuna per i cavoli sua….ma smettetela….sei amministrazioni che non ne fanno una giusta anche se scende il PADRE ETERNO in persona a spiegarglielo come si fa!!…. nemmeno averci lo sfizio e la curiosità di vedere come potrebbero andar le cose….tanto, peggio di così è difficile che possano andare…gente ottusa e dall’ integrità morale molto ma molto molto e ancora molto dubbia 😉