Ischia

Piscina e disabili, i chiarimenti del Comune di Ischia

Attività aperte alle “fasce deboli”, posizione netta contro le accuse strumentali

c.s. | In relazione ad alcuni articoli comparsi, in questi giorni, su carta stampata e web il Comune di Ischia sente il dovere di fornire alcune precisazioni sulla piscina comunale “Ferrandino”.
La struttura è stata coinvolta da sempre, su preciso indirizzo dell’amministrazione, in una serie di progetti inclusivi del mondo scolastico, aprendosi alla scuola media “Scotti” e all’istituto comprensivo “Baldino”, alle cooperative che operano nel sociale e soprattutto dei portatori di disabilità, in particolare con eventi rivolti a bimbi e ragazzi autistici. A titolo gratuito, disabili, anziani e cittadini ischitani con redditi bassi possono, previa richiesta agli uffici comunali preposti, chiedere un tesserino ad hoc per svolgere attività di nuoto a titolo gratuito.
Si è in particolare citato il caso di un atleta ipovedente, cui l’amministrazione comunale di Ischia avrebbe negato l’accesso in piscina. Naturalmente, ciò non corrisponde al vero. L’atleta può regolarmente accedere alla piscina a titolo gratuito, facendone regolare richiesta presso gli uffici comunali preposti. Da sempre l’amministrazione comunale di Ischia si è contraddistinta per la diffusione della cultura sportiva finalizzata all’inclusione e al superamento di ogni tipo di barriera. L’amministrazione condanna quindi ogni interpretazione strumentale e fuorviante, tanto più grave se tende a strumentalizzare un ragazzo ipovedente.

1 Comment

Click here to post a comment

  • Siete fuori L’argomento è OTTORINO MATTERA! consigliere comunale con delega allo sport.Lo riscrivo OTTORINO MATTERA si capisce!!