primopiano

Pesca, costituita la Scarl “Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida”

Ischia e Procida ripartono da un’idea: rilanciare il settore della pesca, sviluppare i suoi intrecci potenziali con il turismo, attuare strategie per lo sviluppo locale del settore, rafforzando il ruolo delle comunità di pescatori. E’ stata costituita questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Ischia e davanti al notaio dott. Cristiano Di Maio, la società consortile a responsabilità limitata (SCARL) “Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida”, la cui azione sarà strettamente legata al Flag, il progetto espressamente orientato allo sviluppo locale della pesca e dell’acquacoltura.
Alla società hanno aderito i Comuni di Ischia, Lacco Ameno, Barano d’Ischia e Procida, alcune associazioni e realtà del territorio (Legambiente, Marevivo, Unciagroalimentare, Le Strade del Vino, associazione culturale Archeologia, Marina di Sant’Anna, Società Cooperativa Ischia Barche, soc. coop. di lavoro “Il fungo”, soc. coop. di lavoro “Pescaturismo”, “Il Piccolo Golfo”, Ischitani nel mondo), una compagnia marittima (Alilauro), il Consorzio Borgo Ischia Ponte e il Consorzio Pescato procidano. Nel consiglio di amministrazione della neonata Scarl sono stati nominati Francesco Iacono, Arturo Staropoli, Giovan Giuseppe Iodice, Carlo Di Meglio e Antonio Iacono.
“Si tratta di uno step fondamentale – hanno dichiarato il vice sindaco Enzo Ferrandino e l’assessore alla Risorsa Mare, Carmen Criscuolo – e oltremodo significativo: le isole si muovono facendo rete per intercettare risorse economiche e individuare idee di sviluppo a beneficio di un settore, quello legato alla pesca, che ha necessità di rinnovarsi e i cui margini, in particolare quelli che s’intrecciano col turismo, sono in larga parte inesplorati. La creazione della Scarl e il suo legame con il Flag rappresentano un momento di coesione importante per la costruzione di un futuro sostenibile, in grado di offrire a tutte le realtà produttive delle nostre isole che orbitano intorno alla risorsa mare nuovi ed efficaci strumenti di crescita e sviluppo”.
A partire da oggi, dunque, un nuovo attore sarà incaricato di dare impulso alle politiche di sviluppo legate al mare e al territorio.

Add Comment

Click here to post a comment