primopiano

Paolo Messina: “Il CNR ha terminato le sue indagini. Non è previsto null’altro”

Abbiamo chiesto al Direttore del CNR- IGAG di fare chiarezza sulle indagini previste per il prossimo 21 maggio e abbiamo scoperto che sono semplici iniziative personali. La protezione civile e il Commissario non hanno commissionato nulla. Assurdo, c’è solo l’ok del sindaco di Casamicciola.

IDA TROFA | Sismicità indotta, sperimentazioni e test su Casamicciola, dopo l’intervento della struttura commissariale di Grimaldi, arrivano i chiarimenti del CNR di Roma che chiarisce: “Il CNR ha già concluso il suo lavoro ad Ischia”.
E sulle paventate attività delle sperimentazioni da svolgersi sui territori del cratere a nome del CNR, dall’Ing. Vincenzo Di Fiore, Messina ha rilevato senza ombra di dubbio che i test non hanno nulla a che vedere con gli studi commissionati e già consegnati al Dipartimento di Protezione Civile, appurando che tali studi invasivi non rientravano nella fattispecie dei primi intervenuti urgenti disposti, ma afferiscono ad iniziative personali o forse collegati ad altri istituti.
Paolo Messina, alla direzione dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale della Ricerche chiarisce, senza ombra di dubbio, che l’istituto ha concluso ufficialmente il suo lavoro consegnando la relazione al capo del dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli e al Commissario Giuseppe Grimaldi. Null’altro è stato autorizzato dal CNR-IGAG e per conto del CNR sull’Isola.
Il dottor Messina i cui temi di ricerca aderiscono ai campi della geologia, geomorfologia, quaternario, neotettonica e faglie attive, tutte questioni afferenti in gran parte al sisma di Ischia, parla inequivocabilmente di iniziative sconosciute.

Dottor Messina potrebbe chiarirci che tipi di test e che interventi sono previsti nel merito delle annunciate sperimentazioni e indagini invasive che il suo istituto, il CNR, con l’Ingegner Vincenzo Di Fiore dovrebbe tenere dal 21 maggio al 25 maggio a Casamicciola? Il suo istituto non ha forse già consegnato la relazione richiesta per il sisma di Ischia? Chi finanzierà e per cosa, questa sperimentazione? Perchè il CNR dovrebbe condurre tali test e chi ne sarà Responsabile?
“Innanzitutto la ringrazio di avermi contattato. Il mio istituto non ha programmato alcuna indagine poiché il lavoro è terminato ed é stato consegnato definitivamente. Tutte le altre iniziative sono a me sconosciute perché fatte a titolo personale da persone che non fanno parte di Igag. Abbiamo consegnato la relazione richiesta più di un mese e mezzo fa. L’abbiamo consegnata alla Protezione Civile Nazionale ed al Commissario che ne stanno valutando e studiando gli esiti. La relazione è conclusiva e non prevede nessuna altro tipo di indagine”.

Nel corso di ben due consigli comunali e due summit con gli albergatori, a cui tra l’altro ha preso parte l’ingegner Di Fiore, si è parlato anche di un intervento previsto dal 21maggio. Cosa si dovrebbe fare, chi sono i responsabili chi ha autorizzato è programmato questa sperimentazione se l’istituto che lei dirige non ne sa nulla?
“Non ne ho la più pallida idea. Sicuramente non ha nulla a che vedere con la relazione commissionataci per il sisma di Ischia e nulla ha a che vedere con l’IGAG che è stato incaricato di fare questa relazione con l’Ordinanza (articolo 8, comma 2, dell’OCDPC n. 476/2017, ndr). Probabilmente si tratta di iniziative di altre persone, prese a titolo personale, o di altri istituti, e ne prendo assolutamente le distanze”.

Ci consenta una domanda di tipo tecnico. Qual è l’utilità di questi test invasivi e la loro conduzione proprio ora in aree la cui messa in sicurezza non è avvenuta in questi nove lungi mesi? Si parla di micro zonazione…
“Non so neppure a che cosa servano i test di cui mi parla. Posso dirle che l’Ordinanza ha incaricato l’IGAG di fare studi propedeutici alla microzonazione sismica, che quindi non sono degli studi veri e propri di microzonazione sismica. Questo è importante sottolinearlo. Gli studi di microzonazione sismica sono un’altra cosa che la Protezione Civile ed il Commissario forse commissioneranno in un secondo momento. Al momento questo non lo so e non è compito mio saperlo, né conosco quando e come avverranno. I test del 21 maggio di cui si dice, sono un’altra cosa di cui non ho informazioni. Quello che posso dirle è che noi abbiamo consegnato la relazione definiva e non sono previste assolutamente altre indagini e quindi per noi la questione è chiusa”.

Intanto l’Ing. Vincenzo Di Fiore a Casamicciola, ufficialmente si propone come vostro portavoce?
“Di Fiore non può presentarsi a nome dell’IGAG e se fosse vero poi ne risponderà. Lui fa parte del CNR-IAMC che è un istituto che ha sede a Napoli”.

Però collabora anche con l’IGAG e dunque?
“Queste sono iniziative personali delle quali io non sono assolutamente a conoscenza. Quindi non possono essere riferite all’IGAG, Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria che ne è completamente all’oscuro, nè noi abbiamo finanziato alcun tipo di indagine. Assolutamente nulla di nulla perchè la relazione è chiusa e consegnata definitivamente”

Parlare dunque di microzonazione collegata agli esperimenti di sismicità indotta prospettati da Di Fiore e dal sindaco di Casamicciola Castagna è in un certo senso millantare un fine che non c’è?
“Certo. Veramente sono rimasto sconcertato quando ho saputo di tutta questa vicenda che poteva in qualche modo essere riferita all’IGAG. Le ripeto noi abbiamo chiuso un mese e mezzo fa ed abbiamo consegnato tutto e non facciamo alcuna altra indagine”.

Vorrebbe spiegarci da ricercatore la sismicità indotta a cosa serve? Non è datato ed in disuso come metodo? Chi si assumerà la responsabilità di questi procedimenti?
“Questa sismica viene utilizzata per ricostruire la situazione del sottosuolo, cioè la tipologia e l’andamento dei vari strati del terreno. Adesso quali tecniche vogliano usare non saprei. Ne sono all’oscuro. Ma in questo momento non mi pare opportuno fare questi interventi e non solo perchè si avvicina la stagione turistica. Quel che mi sento di dire alla popolazione a voi tutti di Ischia è che il nostro studio è stato completato e che non sono previsti assolutamente altri tipi di indagini. Io non posso fare chiarezza su iniziative personali o di altri istituti di cui non sono a conoscenza.”
Nessuna sismicità indotta, nessuna sperimentazione dunque sul cratere di Ischia disposta dal Consiglio dei Ministri, dalla Protezione civile, da chi gestisce l’emergenza Ischia. Nessuna autorizzazione neppure del CNR, oltre il via libera del sindaco di Casamicciola Castagna.

Tags

2 Comments

Click here to post a comment

  • Francamente non comprendo le parole del dottor Messina. Non chiarisce nulla, non dice nulla, solo parole vacue e senza senso. La gente terremotata e sfollata vuol capire se, come e dove, ove ci fosse una chiara relazione tecnica, ricostruire le proprie abitazioni. Questo rimpallo di responsabilità è in puro stile politichese, e lascia ancora più dubbi sull’ operato di costoro. Ci volete finalmente dire come sta realmente la situazione ??? E se esiste o meno la possibilità di ritornare, senza rischiare la pelle, nelle nostre case ???