class="post-template-default single single-post postid-161025 single-format-standard elementor-default">
primopiano

Organizzazione isola del partito marxista leninista italiano

c.s.* | Sui diritti alla salute nell’isola d’Ischia è ancora fitto il velo di misteri e nessuno vuole fare chiarezza.

Non si vuole fare chiarezza sul degrado in cui versa l’ospedale Rizzoli, sui disagi dei reparti di Oncologia e di Dialisi, sull’ampliamento e ammodernamento dell’ospedale, sulle difficoltà che incontrano gli utenti per una semplice prenotazione presso il CUP, sulla situazione indegna dei malati di mente.

Non si vuole fare chiarezza su un’esigenza fondamentale per la salute della sanità: quella di dichiarare Ischia “isola disagiata”.

Tre mesi fa il direttore dell’ASL NA 2 Antonio D’Amore comunicò pubblicamente che il governatore della Campania Vincenzo De Luca era pronto ad approvare la delibera necessaria. Da allora non abbiamo saputo più nulla.

L’Organizzazione isolana del PMLI ritiene che solo la lotta possa costringere il neoduce della casa del fascio della Campania a mantenere l’impegno preso e invita il CUDAS a promuovere nuovi appuntamenti in piazza, anche per sollecitare i sindaci a far sentire la propria voce.

*L’Organizzazione isolana del PMLI

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top