wispline
Sport

Nuova Ischia, fra sbadigli ed errori i gialloblu dicono addio al primo posto

Un film già visto. Tutti a sperare ed attendersi un passo falso della Sibilla ed invece a steccare è proprio la Nuova Ischia, al terzo scialbo pareggio ad occhiali del girone di ritorno, rimediato contro un Massa Lubrense terz’ultimo e poco propenso a proporre calcio. I gialloblu, ieri solo un lontano ricordo di quelli visti al Monte di Procida, sono stati incapaci di creare pericoli che si possano chiamare tali fino ai minuti conclusivi, in cui in almeno un paio di occasioni – con un po’ di fortuna – la palla sarebbe potuta finire dentro. E’ capitato sulla testa di Oratore il pallone più ghiotto da buttare nel sacco, ma l’attempato attaccante mandato in campo da Isidoro Di Meglio non molto tempo prima ha sprecato da due passi. C’è stato anche un miracolo del portiere ospite Stinga a negare una rete in mischia ai gialloblu, ma poi null’altro. Di fatto, il brutto pari gialloblu, aggiuntosi alla vittoria per 4-2 in casa contro la Sangennarese, consente al Bacoli di allunga ulteriormente in classifica sugli isolani, oggi addirittura a -6.

C’è da dire comunque che, complici le tante assenze (per svariati motivi), la rosa con cui la Nuova Ischia si è presentata all’appuntamento era davvero ridotta all’osso: lo spiegano anche i tanti 2000 scesi in campo, alcuni arrivati dalla formazione allievi. Comunque, dopo il pareggio di sabato del Mons Prochyta sul campo del San Giuseppe, era stato servito a Mennella & co anche il match point per il secondo posto, ma ovviamente l’occasione è stata sprecata malamente. Alla truppa ischitana, quindi, non resta che provare a difendere fino alla fine la piazza d’onore, buona per giocare i play off col fattore campo a favore. La Sibilla, più cattiva e costante, ringrazia.

 

 

Tanti assenti per Di Meglio, spazio a Scritturale

 

LE FORMAZIONI – Isidoro Di Meglio deve rinunciare a Gianluca Saurino (all’ultimo turno di squalifica), Errichiello, Camorani e Trani (infortunati) più Silvitelli, Varchetta e Di Sapia perché fuori dall’isola. Il tecnico schiera i suoi comunque con il solito 4-3-3. Per i gialloblu, fra i pali c’è Mennella, mentre la inedita linea difensiva è formata – da destra – Del Deo, Chiariello, Di Costanzo e Matarese. A centrocampo agiscono Marano, C. Saurino e Scritturale, ed in attacco il confermatissimo Filosa, Arcobelli e Cuomo.

Sul versante opposto, a Russo mancano gli squalificati Di Stefano e calabrese. I massesi di schierano con Stinga a difesa della porta, mentre a sua prossima difesa si muovono De Gregorio, Schiazzano, Sabatino ed Aprea. Nella zona centrale spazio a Balduccelli, La Via, Volpe e Schettino. In avanti ecco Aiello e Zarrella.

 

 

Noia e niente occasioni: ma il Massa Lubrense è in campo?

 

LA PARTITA – Ritmi blandi all’inizio, con la Nuova Ischia che prova ad offendere gli avversari con qualche buona trama senza però arrivare alla conclusione. Al minuto 11 punizione per i gialloblu all’altezza del vertice destro dell’area ospite: il cross di Cuomo viene deviato in calcio d’angolo e dal corner arriva il colpo di testa di C. Saurino che cade fra le braccia di Stinga.

Due minuti dopo, è lo stesso numero 8 isolano a calciare troppo centralmente una punizione dai 22 metri. La squadra di Isidoro Di Meglio ci prova fra il quarto d’ora ed il 20 con due cross dalla sinistra, entrambi caduti al limite dell’area, ed entrambi calciati alle stelle dall’attaccante di turno. Al minuto 25, Marano serve in corridoio Arcobelli, la punta ischitana da posizione defilata calcia fra le braccia del portiere. Fino a questo momento, Massa Lubrense non pervenuto in attacco.

Al 32’ la Nuova Ischia recupera palla al limite dell’area, la sfera finisce nei piedi di Filosa che prova a calciare mandando alto di poco. Forse l’under avrebbe potuto avanzare ancora un po’ prima di concludere.

Allo scadere l’ultimo tentativo della prima frazione per la Nuova Ischia: cross dalla trequarti, Cuomo ci prova in rovesciata dopo aver stoppato la palla sul dischetto ma il portiere del Massa Lubrense para a terra senza troppi problemi. Dopo un solo minuto di recupero, Andolfi manda tutti a riordinare le idee.

 

 

Poca cattiveria e tanta confusione nel finale: Oratore spreca e Stinga salva il risultato

 

La ripresa inizia senza cambi e con una sola variazione tattica apprezzabile: Russo ha spostato Balduccelli da sinistra a destra. Al 52’, bellissima percussione a destra di Del Deo, che salta almeno due avversari e si presenta a tu per tu con Stinga ma gli calcia nelle gambe dell’estremo difensore ospite da posizione molto defilata. Passano un paio di giri di orologio e Arcobelli manda alto un colo di testa su corner dalla sinistra.

La Nuova Ischia prova a scuotersi ma il ritmo della gara resta basso. Al 55’, dopo una bella giocata utile a fargli superare un avversario, un destro da fuori di Filosa termina alto. Al 64’arriva il primo cambio per gli isolani: Di Meglio toglie dal campo C. Saurino (infortunato) ed inserisce Oratore, provando ad elevare il peso offensivo dei suoi. Poco prima anche Russo aveva operato una sostituzione, mandando nella mischia De Maio per Aiello.

Al minuto 69, fallo di Schettino (che viene ammonito) su Cuomo: è calcio di punizione dal limite per i padroni di casa. Si incarica di battere il piazzato lo stesso numero 7 ischitano che colpisce la barriera. Ancora cambi: il Massa Lubrense manda in campo Aprea per Zarrella e Di Meglio manda Filosa negli spogliatoi per inserire Arcamone, all’esordio in campionato.

Al 77’ è Arcobelli a fallire una buona occasione su cross di Cuomo dalla trequarti: il bomber isolano non riesce a girare al meglio e manda alto. Passano 5 minuti e Oratore si divora l’occasione forse più ghiotta di tutto il match: azione insistita dei gialloblu, cross perfetto di Del Deo per la punta che da due passi manda alto di poco. Poco dopo arriva il terzo ed ultimo cambio di mister Isidoro, che toglie Cuomo per inserire Muscariello.

Al minuto 84’ miracolo di Stinga su deviazione nella mischia di un ischitano: il tutto è accaduto su punizione dalla sinistra calciata da Matarese. A 3 dal termine, espulso il tecnico ospite per proteste. Gli assalti scoordinati della Nuova Ischia non portano a nulla e dopo 5 minuti di recupero la gara termina fra la delusione degli intervenuti al “Mazzella” e l’esultanza dei calciatori ospiti.

 

 

NUOVA ISCHIA          0

MASSA LUBRENSE    0

 

Nuova Ischia: (4-3-3): Mennella, Del Deo, Matarese, Scritturale, Chiariello, Di Costanzo, Cuomo (84’ Muscariello), Saurino (64’ Oratore), Arcobelli, Marano, Filosa. A disposizione: Telese, Arcamone, Capuano, Paradiso, Prestopino. All.: Isidoro Di Meglio.

 

Massa Lubrense: Stinga, De Gregorio, Apreda, La Via, Sabatino, Schiazzano, Volpe, Schettino, Aiello (58’ De Maio), Balduccelli (79’ Gargiulo V.), Zarrella (70’ Aprea). A disposizione: De Martino, Alfano, De Cesare, Gargiulo S.. All.: Giulio Russo.

 

Arbitro: Gianluca Andolfi di Ercolano (Assistenti: Borriello di Ercolano e Barletta di Napoli)

 

Ammoniti: Schiazzano e Sabatino (ML), Marano (NI)

 

Espulso all’ 87’ il tecnico del Massa Lubrense, Giulio Russo

 

Calci d’angolo: 4-0

 

Spettatori 50 circa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Add Comment

Click here to post a comment