Sport

Nuoto per Salvamento, tante emozioni al Trofeo Nazionale Isola d’Ischia

Lo scorso fine settimana, presso la spiaggia di S.Pietro si è svolto il Trofeo Nazionale Isola d’ischia, ormai appuntamento fisso nel calendario agonistico del Nuoto per Salvamento. Siamo arrivati ormai alla tredicesima edizione consecutiva della manifestazione organizzata dalla società isolana A.S.D. Auras Ischia, con il patrocinio del Comune di Ischia, del CRC della Federazione Italiana Nuoto e dell’Istituto Nautico “C. Mennella”. A prendervi parte quest’anno oltre a numerose rappresentanze campane, quali il Circolo Nautico Posillipo, l’ASD Gym Sport Mania Scafati e l’ormai sempre presente Centro Nuoto Sulmona in rappresentanza dell’Abruzzo, anche Carla Struebing atleta della Nazionale Tedesca reduce da un fenomenale 4* posto ai campionati europei per nazioni a soli 20 anni. Oltre 100 atleti e 300 presenze gara in 6 diverse discipline che variano dalla classica prova di nuoto nel frangente, al maestoso Oceanman/Oceanwoman (combinata di nuoto, canoa, tavola e corsa) passando per la gara con canoa e la staffetta Salvataggio tavola. L’Auras si è presentata ai posti di partenza con 11 atleti: dalla più piccola Mira Boccanfuso (2005) all’ormai sempre presente Filippo Perrella (1991), Calise Manuel (2003), Di Luigi Maria Caterina (2004), Genovino Luca (2002), Lambitelli Alexandra Luisa (1999), Scritturale Mara (2001), Trani Stefano (2003), Trani Raffaele (2004) e gli storici aurassini, Penniello Giuseppe (1996) e Santangelo Stanislao (1996), tutti hanno venduto cara la pelle ai loro avversari e bracciata dopo bracciata, remata dopo remata hanno portato l’Auras Ischia al secondo posto della classifica generale per società alle spalle solo dello Gym sport mania, squadra che ricordiamo vanta più atleti nelle fila della nazionale italiana. Di seguito riportiamo i risultati degli atleti isolani:
Santangelo Stanislao:
1° Classificato: Gara Oceanman/Oceanwoman;
1° Classificato: Staffetta salvataggio tavola in coppia con Perrella;
2° Classificato: Gara con Tavola;
2° Classificato: Gara con Canoa;
Penniello Giuseppe:
1° Classificato: Gara con Tavola;
3° Classificato: Gara con Canoa;
3° Classificato: Gara Oceanman/Oceanwoman
Perrella Filippo:
1° Classificato: Gara con canoa;
1° Classificato: Staffetta salvataggio tavola in coppia con Santangelo;
4° Classificato: Gara con Tavola;
Lambitelli Alexandra Luisa:
2° Classificata: Gara con Canoa Internazionale, alle spalle di Carla Struebing (GER);
1° Classificata: Gara con Canoa Assoluti femmine;
Boccanfuso Mira:
3° Classificata: Gara con Canoa Internazionale;
2° Classificata: Gara con Canoa Assoluti femmine;
Scritturale Mara:
4°Classificata: Gara con Canoa Internazionale;
3° Classificata: Gara con Canoa Assoluti Femmine;
Questi i risultati di maggior rilievo ma non vanno screditate le prove dei restanti ragazzi di Picconi (d.t.) tutti classificati nelle prime 16 posizioni valevoli punteggio per la classifica generale, il che si dimostra un ottimo punto di partenza in vista dei Campionati Italiani che si terranno a Riccione nei primi giorni di giugno. In contemporanea al trofeo, si è svolto anche il “Campionato regionale cat.Esordienti”; anche a questa manifestazione hanno preso parte atleti isolani: Trani Vincenzo (2005), Mosca Salvatore (2005), Trani Emmanuel (2005), Di Maio Gianmichele (2005), Marqeshi Sindi (2007), Zhilli Alessia (2006), Scotti Maria Rosaria (2007). Buone le prove di tutti ma in special modo di Sindi, bronzo sia nella gara “Bandierine sulla spiaggia” e nella “Gara con Tavola”, Trani Vincenzo bronzo nella gara “Bandierine sulla spiaggia” e nella “Gara con tavola”, Trani Emmanuel argento nella “Gara con Tavola” e da segnalare anche il quarto posto di Scotti Mariarosaria nella “Gara con Tavola”. Al termine della manifestazione le premiazioni con Emiliano Ambrosino responsabile del settore salvamento sez. Benevento. Nota lieta della manifestazione è stata la presenza della dott.ssa Sarah Buono, medico ed ex atleta dell’Auras, che si è occupata del supporto sanitario.
Queste le parole del Presidente dell’Auras Carlo Picconi al termine della due giorni isolana:
“La cosa più bella della tredicesima edizione è vedere tutti i miei ragazzi che svolgono tutte le attività di costruzione del trofeo e questo è il massimo che potevo chiedere a tutti loro. Molto bello.”

Add Comment

Click here to post a comment