cronaca

Meteo: criticità arancione fino alle 16.00 di giovedì

Le previsioni meteo della Regione Campania non sbagliavano: la perturbazione è arrivata anche sulla nostra area e si intensificherà ancora, almeno fino al pomeriggio del 15 ottobre.

La progressiva intensificazione della nuvolosità con locali rovesci o temporali ad iniziare dal settore settentrionale della regione, tenderà a farli divenire diffusi e di forte intensità.

Dal centro della Regione Campania, quindi, è partita un allarme arancione (criticità moderata) che sarà valida fino al pomeriggio del 15 ottobre.

Il s.o.r.u. della nostra Regione, in stato di presidio, provvede al monitoraggio strumentale dei fenomeni in atto e di quelli attesi, classificati come scenari di criticità moderata, fino al loro esaurimento.

Il bollettino meteo parla chiaro: “Si avverte che, tali fenomeni, potrebbero determinare scenari di rischio sul territorio regionale in tutte le zone di allerta di cui al “sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico e idraulico” approvato con d.p.g.r. Del 30/06/2005 n. 299 e adottato ai sensi della direttiva del p.c.m. 27/02/2004 e s.m.i.

In particolare s’invitano gli enti e i sindaci in indirizzo, ambito rispettive competenze e responsabilità in materia di protezione civile, a disporre la vigilanza sul territorio di propria pertinenza tesa alla verifica del regolare funzionamento del reticolo idrografico e dei sistemi di raccolta e allontanamento delle acque piovane, al controllo delle aree a rischio frana o soggette a trasporto di materiale solido nonché delle aree alluvionali individuate nei p.s.a.i.

In relazione alla previsione dell’intensificazione dei venti, soprattutto durante i temporali, si raccomanda di vigilare le aree a verde pubblico e le strutture soggette a sollecitazioni dei venti.
Infine, in riferimento alle indicazioni sullo stato del mare, s’invitano gli enti con competenza nel settore marittimo e i sindaci dei comuni costieri e delle isole, ambito proprie competenze, a vigilare sui mezzi in navigazione e lungo le coste e le marine esposte al moto ondoso.

Add Comment

Click here to post a comment