primopiano

Luciano Castaldi: “Forio nel futuro. È questo il tempo”

Il fronte politico a Forio si fa sempre più infuocato. Luciano Castaldi, assieme a molti altri, sta dando sempre più corpo al progetto “Forio nel futuro”. Ecco alcune novità.

“Continua – scrive Luciano Castaldi – il nostro confronto con la cittadinanza, le categorie, la società civile foriana in vista dell’appuntamento elettorale del 10 giugno. Abbiamo scelto di evitare tavoli e tavolini a quattro, due e tre gambe (sic!) per parlare direttamente alla gente. Soprattutto per ascoltarla. Per capire se, effettivamente, le sensazioni che proviamo noi sono quelle giuste, o si tratta solo di patetiche suggestioni. Se cioè è veramente questo il momento giusto per provare a segnare quel cambiamento di rotta necessario al Paese.
Abbiamo privilegiato, all’interno di questo articolato percorso, il rapporto diretto con ogni singolo cittadino.
Abbiamo scelto bene.
La gente di Forio sta rispondendo benissimo.
Continueremo su questa strada senza esitazioni.

Cresce pertanto, veloce e determinata, quella “base di partenza” di un progetto che, fermo in attesa di tempi migliori, mai è stato abbandonato, almeno dal nostro cuore e dalla nostra mente.
Bisognava solo attendere, pazientare, continuare a studiare in attesa di cogliere il momento giusto che, finalmente, è arrivato.
Ma, attenzione. È quanto mai urgente anche andare oltre.
A partire da oggi, specie il sottoscritto, s’impegna a rappresentare non solo il nucleo iniziale di FORIO NEL FUTURO (lunedì annunceremo il nuovo portavoce), ma l’insieme delle liste che formeranno la coalizione della speranza e della rinascita foriana.
Sono ottimista. Vedo e sento nel Paese un fermento buono. Ma tutti noi dobbiamo assumere uno stile ed un comportamento politico adeguati alle istanze del nostro tessuto sociale. Dobbiamo cioè distinguerci dagli altri con comportamenti e stili, personali e di gruppo, che siano ineccepibili in termini di serietà, compostezza, correttezza e lealtà.
Dobbiamo però nello stesso tempo affrontare l’impegno elettorale con la giusta grinta, nella consapevolezza che ci aspettano un paio di mesi “movimentati” e incontreremo ostacoli di ogni tipo.
Bisogna partire supermotivati.
Prepariamoci a vederne di tutti i colori, specie nei prossimi 15 giorni, quando proveranno con ogni mezzo a dissuaderci dal nostro intento.
I nostri avversari, sempre più agitati e preoccupati, nonostante la sfrontata supponenza, sentono che viene loro a mancare il terreno da sotto i piedi. Non vogliono mollare l’osso e temono il confronto politico basato sulle idee e sui programmi. Daranno sfogo, come sempre, a tutta la loro arroganza. Noi siamo pronti a respingere ogni attacco. Non ci lasceremo intimidire. Risponderemo colpo su colpo e vinceremo, unicamente con la forza delle nostre idee, dei nostri valori, dei nostri progetti.
Niente e nessuno potrà fermarci.
A tal riguardo ci appelliamo a quanti, donne e uomini liberi di Forio, si illudono di guadagnarsi il posto al sole, standosene tranquillamente alla finestra in attesa di capire quale sia il carro vincente.
Evidentemente non hanno ancora inteso che siamo dinanzi ad una svolta epocale per la nostra Comunità. Eppure anche i ciechi vedono che Forio non è più quella del 1976. Che, proprio perché ferita a morte, ora inizia a reagire.
Quanto ai giovani che si fanno accompagnare, mano nella mano, da questo o quell’altro esponente politico del passato, rompano ogni indugio. Hanno gambe forti. Hanno intelligenza, preparazione, intuito, visione sufficienti per staccarsi dalla presa di questo o quel padrino. È tempo di camminare da soli. È tempo di far capire che il contributo, l’esperienza e la saggezza di chi ci ha preceduto e ci precede sono importanti, ma non indispensabili. È giunto il momento che la nostra generazione si assuma con coraggio la responsabilità di guidare il Paese.
Presto che è tardi.
Il tempo dei giochetti è finito.
Nasce un nuovo giorno.
In attesa de #ilgiornodopo.”

Tags

Add Comment

Click here to post a comment