primopiano

Luciano Castaldi: ”Nessun supporto al ballottaggio”

L’analisi degli sconfitti: Iacono, Castaldi e Manna

Antonio Di Meglio | Chi vince festeggia, chi perde spiega. Il racconto, nel day after del voto di Forio per Nicola Manna, Luciano Castaldi, Ignazio Di Lustro e Vito Iacono è amaro.

La nostra carrellata degli sconfitti (ma non perdenti vista la loro forza contrattuale attuale), inizia con Nicola Manna che, pur essendosi confermato come l’ultimo classificato, ha comunque strappato una somma di voti che fa gola un po’ a tutti, considerando anche la blindatura delle zone in cui ha riscosso la maggior parte dei voti: “Sono profondamente deluso e amareggiato per il risultato conseguito da me, e dal mio movimento politico, Aria Nuova. E’ evidente che i cittadini foriani non hanno ritenuto credibile la mia proposta politica e la mia candidatura. Ho perso! E quando si perde, ci si assume la responsabilità’ della sconfitta. Prenderò una decisione nei prossimi giorni, e seppur da posizione defilata, continuerò a sostenere queste ragazze e questi ragazzi che mi sono stati vicini, e che pubblicamente ringrazio. Contribuirò, umilmente, con le mie idee per questo paese. In fin dei conti, a me non interessano le poltrone! L’ho ampiamente dimostrato, altrimenti non avrei tentato la pista della autonomia politica. Ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno creduto in Aria Nuova e in me. Che Dio vi benedica! Viva l’Italia, Viva Forio. Nicola Manna”

La dichiarazione di Luciano è stata di tutt’altro tenore, in un video lungo circa 20 minuti postato sul suo profilo personale su Facebook, Castaldi ringrazia i propri elettori e chi gli ha dato fiducia, aggiungendo una parziale, se non totale, chiusura a trattative in vista del ballottaggio, riportiamo uno scorcio significativo della sua dichiarazione: «Al risultato non soddisfacente contrappongo un ringraziamento di cuore a tutti coloro che hanno creduto in un futuro roseo per il nostro amato paese, questo non è il momento di arrendersi, la nostra partita continua fuori dal palazzo e noi saremo sempre lì a fare opposizione seriamente per il bene del paese. Per quanto riguarda le trattative in vista del ballottaggio, teniamo tutti a mente che chi in campagna elettorale ci ha mancato di rispetto e veniva considerato da noi come il male della politica foriana non può beneficiare del nostro supporto».

Una dichiarazione che dà adito a poche supposizioni per ora, concludiamo con le dichiarazioni di Vito Iacono, fatta poco dopo l’inizio dello spoglio, la dichiarazione riassume un po’ l’atteggiamento del progetto politico guidato da Ignazio Di Lustro: “A prescindere di come andrà grazie! Al nostro Candidato Sindaco ed alle nostre Candidate e Candidati che hanno accettato la sfida. A Chiara, Franco, Nicola, Luigi, Giovanni, Francesco e, soprattutto a tutti i Cittadini che hanno voluto condividere il nostro progetto e la nostra Idea di Paese. Per me, se si dovesse andare al secondo turno e la mia coalizione non andrà al ballottaggio, la mia campagna elettorale finisce qui. Non sono avvezzo ad accordi o altro. I Cittadini, non le altre parti, rappresentano l’unico interlocutore! Il dato dell’astensione, nonostante l’altissima densità di candidati, testimonia che il Paese non ha gradito lo schema imposto da chi intendeva occupare più spazio possibile. Per quanto mi riguarda è stata la mia ultima campagna elettorale, almeno da candidato al Consiglio Comunale. Non getto la spugna, mi sono sentito solo inadeguato nelle modalità di raccolta di consenso. Si può continuare a rappresentare le istanze ed i diritti dei cittadini anche senza misurare il proprio impegno con i voti che, decisamente, non so chiedere!»

 

Tags

Add Comment

Click here to post a comment