rubriche

Lello Topo e il Doroteismo

LA STRADA MAESTRA di Luigi Boccanfuso

Conobbi questo signore il giorno di Pasquetta del 2010 ospite della famiglia Di Meglio sulla collina di San Pietro in zona depuratore. Giá in quella occasione rassicurò i presenti, che avrebbe seguito di persona e con impegno l’evoluzione dei lavori di ultimazione del depuratore, assicurando che quest’ultimo sarebbe stato ultimato nel giro di un paio di anni: ovviamente gli sviluppi hanno dimostrato che si trattava di una classica bugia dorotea.
Qualche anno dopo, ascoltai una sua intervista a dir poco abominevole, rilasciata ad una emittente locale, nel corso della quale con il suo linguaggio qualunquista e doroteo si sforzava di spiegare i suoi rapporti con Caldoro e le strategie politiche regionali per il futuro, invitando tutti alla moderazione e auspicando di fatto un grande caularone…
In questi giorni si è rifatto vivo con un intervista a questa testata che rappresenta una vera e propria offesa nei confronti di tutti gli ischitani che posseggono un po’ di sale in zucca e che per contenuti è tipicamente dorotea.

Per DOROTEISMO si intende una corrente della democrazia cristiana che nacque circa 50 anni fa e che prende il nome dal convento di Santa Dorotea nel quale alcuni leader della DC si riunirono per dare la sfiducia a Fanfani.
Il doroteismo identificava la politica con la gestione del potere e il linguaggio che usavano i dorotei dell’epoca era abbastanza inquietante.

Ebbene ogni qualvolta che ascolto o leggo i concetti che esprime questo TOPO, mi convinco sempre di più che è un “doroteo per eccellenza” e non a caso suo padre, Ciccio Topo,era l’autista di Antonio Gava,uomo di punta dei doroteismo.

Tornando all’intervista rilasciata a questa testata, questo TOPO che è stato già indagato per truffa e/o peculato a seguito di presunte irregolarità nell’erogazione dei rimborsi della Regione Campania,ha risposto in politichese e in modo defilato a tutte le domande che invece richiedevano risposte puntuali ed esaustive rispetto all’emergenza sanitá sull’isola e rispetto ad altre criticità di competenza regionale.
Nel corso della medesima intervista poi,ha tralasciato di parlare della sua grande responsabilità politica per come sono andate le cose nel PD alle elezioni comunali di Napoli preferendo piuttosto parlare di “accordi tra le correnti” ( tipico del doroteo doc) all’interno del PD campano per poi benedire un’improbabile pacificazione tra i giovani consiglieri comunali del PD di Ischia sempre ingenuamente solerti a rastrellargli voti di preferenza quando si è candidato alle elezioni regionali.

Ma la baggianata più grande della sua intervista è relativa all’invito provocatorio e al tempo stesso ridicolo, rivolto a Maria Grazia Di Scala ad “impegnarsi di più nel suo ruolo di consigliere regionale di minoranza”.
Insomma ogni qualvolta che questo Lello Topo parla, ti sorge il dubbio che anche i cognomi non ti arrivano per caso e proprio grazie al cognome che porta mi sono ricordato di quando Andreotti spiegò che il convento di Santa Dorotea ( dove fu fondato il Doroteismo, appunto)… era il luogo dove le suore rieducavano le mondane, in altri termini le zoccole”…e conoscendo l’arguzia di Andreotti…la precisazione era certamente allusiva…
Naturalmente Renzi non è stupido e sa bene che per evitare di fare la stessa fine che fece
WILLARD con i suoi TOPI…deve contrastare i dorotei del PD e le loro “correnti”.
Evidentemente l’operazione Verdini va letta in questa chiave: in altri termini è un veleno per
TOPI…

2 Comments

Click here to post a comment

  • pare che Luigi Cesaro fosse l’autista di Raffaele Cutulo, il padre di Topo era l’autista di Gava: fare gli autisti rende così tanto?
    Comunque Boccanfuso cade proprio alla fine, quando dice che Verdini può essere un veleno per topi: Verdini è uno dei peggiori, altrochè!

  • Boccanfuso ha esposto meticolosamente la figura del Consigliere Topo, vecchio democristiano scaltro e poco avvezzo ai cambiamenti. La sua azione politica, è basata su promesse non mantenute e clientele popolane. Vive un momento oscuro perchè ha trovato, sul suo cammino. un politico che non gli lascia spazi per millantare impegni e promesse che non potrà mantenere. Corre ad Ischia per recuperare spazi tra i porta voti locali, ma si è trovato davanti uno scenario locale disastrato, dove le guerre tra bande non gli garantiscono futuro.

golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019