Sport

L’ASD Olympic Judo e la Star Judo Club del Maestro Maddaloni unite nella terza edizione del Summer Camp

Nella nuova ed accogliente sala conferenze del piazzale Marinai d’Italia di Forio, alla presenza di molti appassionati e curiosi vi è stata una particolare presentazione del terzo Summer Camp dedicato all’antica e splendida disciplina del Judo ed organizzato dalla ASD Olympic Judo assieme alla Star Judo club della famiglia Maddaloni.
E, presente alla conferenza, vi era anche Giovanni Maddaloni, “o maè” di Scampia che ha illustrato alcuni progetti che vedono anche Ischia al centro di un percorso formativo e promozionale per le buone pratiche sportive. Una splendida iniziativa, questa del Summer Camp, dedicato alla memoria di Adriana Serpico, la giovane ragazza che ha perso la vita in un tragico incidente lungo le strade isolane, la cui memoria è sempre molto viva nei giovani ischitani.
Dal 22 al 25 giugno, quindi, il palazzetto di Forio diventerà una grande, grandissima casa del Judo, con un enorme tatami a riempire l’intera area calpestabile interna, tatami che sarà sia campo di allenamento che zona notte. Sì perchè in piena sintonia con i principi del judo i ragazzi che prendono parte al Summer Camp dormiranno nel palazzetto, proprio sul tatami, fianco a fianco a campioni del calibro di Maddaloni, oro Olimpico, o di altri campionissimi regionali e nazionali. Un bellissimo modo per crescere tutti assieme nel rispetto l’uno dell’altro e entrare in contatto con persone provenienti da realtà anche molto diverse dalla propria, arricchendo il proprio bagaglio culturale.
Ed è proprio questo uno degli aspetti più belli di questa disciplina, il contatto, senza barriere e gerarchie, con chi ha più esperienza in un continuo scambio di conoscenze. Una terza edizione, dicevamo, che parte già col piede più che giusto, basandosi anche sul numero degli iscritti: circa 300 ragazzi provenienti da tutta Italia hanno aderito alla chiamata della ASD Olympic Judo e del Maestro Maurizio Bianculli, nonché del Maestro Gianni Maddaloni che porta con sé tutto il know-how della sua esperienza, bellissima, di Scampia, con la sua palestra che è un punto di riferimento per tutti sul territorio.
“Avere eventi del genere sul nostro territorio – ha dichiarato il consigliere comunale Chiara Conti – è molto importante per i ragazzi ed anche per tutto il territorio in sé, come anche avere strutture che possano permettere lo svolgimento di queste ed altre attività”.
“Lo sport svolge un ruolo sempre più importante all’interno della formazione dei ragazzi e non solo  – ha continuato il vicesindaco Gianni Matarese – e al Maestro Maddaloni ho assicurato l’impegno dell’amministrazione di Forio e di altre amministrazioni isolane di portare avanti il progetto che lui propone, quello di riuscire a creare sul territorio una rete di eccellenze sportive, dalle strutture alle attività in sé, per consentire ai giovani di poter praticare una bellissima e formativa disciplina sportiva ricevendo anche una corretta educazione. Solo con una sinergia tra l’ente comunale e l’associazionismo si possono superare alcuni problemi e, come amministrazione di Forio, confermo la nostra volontà di essere vicini a queste iniziative”.
Ragazzi da tutta Italia, dicevamo, hanno aderito all’iniziativa, scegliendo di trascorrere una settimana a Forio.
“Siamo molto onorati – ha dichiarato Maurizio Bianculli, Maestro della ASD Olympic Judo – di poter avere sul nostro tatami atleti di ogni regione italiana. Ammireremo il judo, quello vero, anche grazie al Maestro Maddaloni e non solo. Vi saranno maestri che condivideranno la loro esperienza pluriennale con i nostri ragazzi che si allenano molto e che in questi anni stanno conquistando davvero tanti bellissimi risultati. Ringrazio l’amministrazione comunale di Forio, la dott.ssa Conti per il mondo della scuola e il Maestro Maddaloni per la sua vicinanza e presenza”.
L’esempio della palestra della famiglia Maddaloni è davvero molto forte ed importante, il bellissimo progetto creato e portato avanti dal Maestro Gianni Maddaloni ha fatto sì che venisse fuori il vero volto di Scampia e della periferia napoletana, fatto di tanti giovani volenterosi che, se messi in condizione di poter accedere a determinate occasioni, possono dare il meglio in ogni settore.
“Sognavo di realizzare una palestra così – ha dichiarato Maddaloni – e ce l’ho fatta. Sognare una cittadella dello sport lo rende possibile. Lo sport è quella marcia in più che permette a chiunque di trovare la propria strada e avere disciplina”.
Le parole del Maestro Maddaloni, che hanno colpito tutti i presenti, sono state accompagnate da un bellissimo video che ha illustrato la vita all’interno della palestra di Scampia, con i tanti ragazzi che, proprio grazie alla palestra e agli insegnamenti del Maestro, o come lo chiamano loro “O Maè”, riescono ad andare avanti nel migliore dei modi. Il volto bello delle periferie che deve e può venire fuori grazie ad attività del genere, alle occasioni che devono essere date ai giovani da parte delle istituzioni e delle associazioni.
Il Summer Camp di Judo, poi, è abbinato al progetto “Educa Judo”, un progetto formativo illustrato da  Maestro Fabio della Moglie e che vede la disciplina sportiva e i ragazzi al centro di un percorso didattico-formativo in stile laboratoriale, già molto applicato in varie realtà non solo italiane.
Questa terza edizione del Summer Camp Judo Memorial Adriana Serpico ha tutte le carte in regola per essere, davvero, un grande evento dell’estate ischitana e pone le basi per un discorso più ampio che coinvolge l’intera isola e che, per le prossime edizioni, potrebbe prevedere l’arrivo di atleti dall’estero. Ricordiamo le date: dal 22 al 25 giugno, presso il palazzetto dello sporto di Forio; accredito atleti il 22 giugno alle ore 14,00; allenamenti dalle ore 09,00 alle ore 19,00. Una grande festa dello sport e dell’amicizia davvero da non perdere.

Add Comment

Click here to post a comment