Società

L’Amica Geniale: sale l’attesa per il secondo appuntamento settimanale

Elena Mazzella | Tutti comodamente seduti in prima fila questa sera per il terzo e il quarto appuntamento con “L’amica geniale”, la serie evento di Saverio Costanzo: conosceremo la nuova versione delle amiche geniali, quella adolescente.
C’è grande attesa di pubblico soprattutto ischitano per vedere finalmente realizzate le scene girate ad Ischia, che vedremo nel quinto e nel sesto episodio, la prossima settimana.
Ricordiamo che i primi due episodi hanno riscontrato un successo di pubblico indiscusso, raggiungendo il 29,3% di share con oltre 7 milioni di telespettatori, riconfermando l’enorme successo di vendita ottenuto con il coinvolgente romanzo della misteriosa scrittrice Elena Ferrante tradotto in tutto il mondo.
Abbiamo lasciato le due protagoniste alle prese con gli esami per le ammissioni alle scuole medie. Le ritroveremo questa sera adolescenti e vedremo le loro vite prendere due strade diverse. A Lila toccherà lavorare, perché “per uscire da questo rione ci vogliono i soldi”confida all’amica Elena in una intensissima scena del film, mentre Elena, continuerà con gli studi ma “è difficile” confida a Lila che le risponde decisa e con lo sguardo magnetico “non per te!”
Proprio come accade nel romanzo, la complessa amicizia delle due protagoniste viene seguita attentamente durante la loro crescita: le abbiamo viste bambine, le vedremo questa sera adolescenti per poi ritrovarle donne, ma sempre insieme, unite da un legame indissolubile che nessuna distanza potrà mai spezzare.
La naturale bravura delle due attrici bambine, Ludovica Nasti (Lila) ed Elisa Del Genio (Lenù) che in questa serie hanno debuttato, con successo, sullo schermo dopo una attenta selezione tra 8mila bambine, è risultata subito evidente allo spettatore. “Due bambine non professioniste, in cinque minuti hanno distrutto la carriera di tanti “attori” italiani. Brave davvero” è questo il messaggio unisono diffuso sui social, sotto l’hashtag #lamicageniale, durante la messa in onda della prima puntata, riconfermandosi tale anche durante il secondo episodio.
Da questa sera Elena e Lila saranno interpretate rispettivamente dalle esordienti Margherita Mazzucco e Gaia Girace, quest’ultima apparirà in scena per un breve momento contemporaneamente alla piccola Lila. Le due amiche che crescono insieme in una Napoli povera, grigia, polverosa, tra prepotenze e crudeltà, diventano ragazze. Pian piano cominciamo a ritrovare i colori, soprattutto quelli dell’isola di Ischia, dove Lenù trascorrerà un’estate, grazie ad una sorta di vacanza studio consigliatale dalla vecchia maestra delle elementari.
Il luogo di attracco risulterà il pontile aragonese ad Ischia Ponte che ricordiamo, circa sei mesi fa fu vestito con abiti, usi e costumi anni ’50. Arrivarono in circa 180, tra attori e comparse, tutti rigorosamente abiti d’epoca. Centinaia furono le comparse ischitane che presero pare alle riprese che si svolsero, oltre che all’ombra del Castello Aragonese, a Forio e Barano. Sbarcarono sull’isola, insieme alla troupe, corriere anni ’50, auto d’epoca, carretti con balle di fieno, cavalli, carrozze e bauli. I lampioni si illuminarono di luci soffuse, dai balconi pendevano lenzuola variopinte e in mare galleggiavano colorati gozzi a remi.
Le riprese videro il primo ciack all’ombra del Castello Aragonese il 29 maggio in un borgo blindato, per evitare ogni tipo di inquinamento moderno. Le telecamere, accese dalle ore 7:00 alle ore 19:00, ripresero scene che coinvolsero la zona del Lungomare Aragonese, Piazzale delle Alghe, e Pontile Aragonese. Il giorno dopo si girò in notturna, con telecamere accese dalle ore 17:00 alle 4:00 per catturare l’arrivo di una corriera d’epoca con a bordo Lenù (Elena) in viaggio verso Barano percorrendo il Lungomare Aragonese. Il 1 giugno le riprese avvennero nella casa a Barano in cui Lenù trascorrerà l’estate e sulla spiaggia a Forio che sullo schermo risulterà essere quella dei Maronti.
E’ ormai nota alla cronaca la profonda spaccatura di opinioni circa le critiche riscosse dopo la messa in onda delle prime due puntate, e forse anche per questo cresce l’attesa per poter finalmente ammirare la nostra splendida isola in veste anni cinquanta e poterne vivere un po’ di magia.
Magia che ci è tanto piaciuta nei giorni delle riprese e che ci fece fare un poderoso e piacevole salto indietro nel tempo e che speriamo, di ritrovare nelle puntate successive.

Nell’attesa cerchiamo di capire la trama.
Dalle anticipazioni sulla pagina ufficiale de “L’amica geniale” si apprende che le vicende del terzo episodio inizieranno dopo la morte di Don Achille, quando la famiglia Sorata prenderà il controllo del quartiere dal bar-pasticceria di sua proprietà. Nel frattempo, Elena sarà concentrata sul suo corpo e i suoi cambiamenti, ma soprattutto con i primi problemi alle scuole medie. La giovane, infatti, nonostante abbia avuto la possibilità di proseguire gli studi, non riuscirà ad ottenere dei voti soddisfacenti. Lila, invece, s’impegnerà duramente nel lavoro presso il calzaturificio del padre, convinta che per ottenere prestigio e rispettabilità si debba accumulare denaro. Nonostante ciò, non dimentica l’amica Lenù, e quando apprende delle sue difficoltà alle medie, decide di aiutarla soprattutto con i compiti di latino, permettendole di migliorare il suo profitto. Tuttavia, quando sarà ormai convinta che verrà eletta dal professor Ferrario come migliore lettrice, dovrà fare i conti con la sorprendente decisione del maestro, il quale deciderà di premiare proprio Lila.
Nel quarto episodio, La Smarginatura, Elena inizia il ginnasio. La ragazza sceglie di fidanzarsi con Gino, nonostante il suo cuore batta ancora per Nino Sarratore. Intanto, Lila si frequenta assiduamente con Stefano Carracci, il figlio di don Achille. I due hanno un’intesa particolare, tanto da decidere di trascorrere insieme l’ultimo dell’anno. La giovane figlia del calzolaio trascorrerà però un Capodanno amaro, restando vittima di un episodio spiacevole all’interno dell’abitazione di Stefano, dove saranno presenti la maggior parte dei ragazzi del rione. Dopo la morte del padre, l’atteggiamento di Stefano segnerà un profondo punto di distacco con il turbolento passato della famiglia, mostrando agli abitanti del quartiere il nuovo volto dei Carracci.

Add Comment

Click here to post a comment

golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019