Sport

La prima vera domenica di calcio

Davvero oggi vivremo la prima domenica di calcio della nuova stagione. In campo, infatti, ci saranno tutte le isolane di Eccellenza e Promozione (in attesa di Lacco Ameno e, forse, Mondo Sport in Prima Categoria), impegnate nel ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia Dilettanti e nell’andata dei trentaduesimi della prima edizione di quella di Promozione. La prima a scendere in campo sarà il Barano, che giocherà al “V. Papa” di Cardito questa mattina alle 11:30 contro il Casoria, mentre nella analoga competizione il Real Forio giocherà alle 16:00 al “P. Ianniello” di Frattamaggiore contro il C. Frattese. Sarà derby, invece, all’ “Enzo Mazzella”, dove alle 16:00 si troveranno di fronte l’Ischia ed il Procida.

BARANO – La gara dell’andata ha praticamente già detto tutto sulla qualificazione al turno successivo. Il 5-1 in favore del Casoria, forse fin troppo pesante per un Barano che ha tenuto il campo bene per almeno un ora di gioco, rende addirittura quasi pleonastica la partita del “V. Papa”. Comunque, per mister Gianni Di Meglio sarà l’occasione per far mettere benzina nelle gambe ai suoi ragazzi prima dell’esordio in campionato in casa del Gladiator e provare qualche soluzione alternativa a quelle già viste sabato scorso nella gara di andata. Qualcuno, poi, avrà da farsi perdonare qualche incertezza dal presidente Gaudioso, che non le ha mandate a dire: “La sconfitta col Casoria? Chi ha deluso, secondo me, sono stati proprio i nonni, a cominciare dal portiere per finire ad altri. Sono stati commessi errori elementari, che gente di esperienza come loro non doveva commettere. Dovevamo perdere ma non 5-1”.
La vera sorpresa, però, è stata rappresentata dalla presenza ieri alla rifinitura di Alberto Cirelli, che già nella passata stagione ha vestito i colori bianconeri. Nonostante il budget a disposizione, dovrebbe essere il classe 1997 l’attaccante del Barano in questa stagione. Per quanto riguarda gli uomini a disposizione, lo staff tecnico baranese non potrà contare su Kikko Arcamone (leggero stiramento al flessore) e Matarese (out per lavoro). La formazione dall’iniziale ha poche certezze, a partire dal modulo, che potrebbe anche essere un 4-4-2. Sicuri in campo Martucci in porta più gli under Scritturale, Aiello e C. Cuomo. Probabile anche l’esordio di Cirelli.

REAL FORIO – La sorprendente vittoria dell’andata, giunta dopo non poche polemiche da parte del mister Isidoro Di Meglio (post amichevole con l’Ischia), ha portato una ventata di ottimismo in casa Real Forio. Le difficoltà della squadra sono ancora tante, il mercato non ha aggiunto ulteriori pedine alla rosa, e la dirigenza biancoverde non pare riuscirne a venire a capo. Comunque, nella gara di oggi pomeriggio a Frattamaggiore, i foriani partiranno per difendere il 3-2 dell’andata e, al di la dei proclami (e forse tante chiacchiere) fatte dai frattesi finora, l’impresa è tutt’altro che impossibile.
Sono queste le dichiarazioni prepartita del tecnico biancoverde Isidoro Di Meglio: “Sarà una partita difficilissima – esordisce – La Frattese vorrà ribaltare il verdetto dell’andata, ma il Real Forio andrà in campo per fare la sua partita, senza essere vittima sacrificale, e dare seguito al lavoro che sta svolgendo e prepararsi bene per l’inizio del campionato. La squadra sta lavorando bene e tanto, poi saranno le partite domenicali a dirci a che punto siamo. Ora si deve cercare di trasferire quello che di buono facciamo in settimana nella gara ufficiale. Un eventuale KO? In questo momento, fra noi e la Frattese ci sono almeno due gradini di differenza sotto l’aspetto fisico, tattico e sotto quello di costruzione della squadra.
Una eventuale sconfitta – prosegue – che sulla carta potrebbe esserci, non mi preoccupa. La gara di andata ci ha dimostrato che le chiacchiere fatte al di fuori lasciano il tempo che trovano. In campo si deve portare l’impegno, la voglia di sacrificarsi ed il lavoro svolto in settimana e queste cose ci hanno consentito di vincere una partita che tutti credevano non possibile. Se dovessimo uscire dalla Coppa Italia non sarà un dramma, lo so io e penso lo sappia la società Siamo in fase di organizzazione e di crescita ed una volta che avremo messo a posto tutti quelli che sono gli aspetti che ci possano permettere di raggiungere una salvezza tranquilla, allora potremo cominciare a capire se si possa stare più tranquilli o meno”, chiosa il mister.
Per quanto riguarda la rosa, Isidoro Di Meglio dovrà fare a meno del centrale Mangiapia (stiramento, sarà out per un po’) e Longo (non è arrivato il transfert dalla Svizzera). Questi i convocati biancoverdi: Sollo, D’Errico, Capuano A., Iacono, Fiorentino, Nicolella, Verde A., Calise L., Piccirillo, Trofa, Sannino, Salatiello, Filosa, Cantelli, Savio, Verde F., Ademi, De Nicola.

ISCHIA – Non sarà una prima ufficiale come un’altra quella che oggi pomeriggio vedrà in campo l’Ischia di Ciro Bilardi contro il Procida. Nella settimana della presentazione ufficiale in pompa magna, i gialloblu sfodereranno le maglie nuove e cominceranno a portare un bel peso sulle spalle: la tanta organizzazione alle loro spalle gli imporrà di far bene, al di la delle problematiche legate alla partenza in ritardo per via dell’incertezza sulla categoria.
Per quanto riguarda gli uomini a disposizione, Ciro Bilardi non potrà certamente scialare. Certa l’assenza di Accurso (problemi di lavoro) e Del Deo (squalificato per i due gialli presi nella scorsa edizione di Coppa Italia di Prima Categoria) e di tanti altri. La formazione con cui i gialloblu andranno in campo potrebbe essere (sarà) a dir poco sperimentale: possibile, addirittura, se non dal 1’ minuto a partita in corso, l’esordio del sedicenne Giuseppe Abbandonato (tesserato ieri, dopo che per un paio di giorni non si era allenato col gruppo perché ancora non in regola col tesseramento), calciatore su cui sia lo staff tecnico che la dirigenza gialloblu puntano davvero tanto. Insomma, l’Ischia di oggi, al di la del risultato, potrebbe fare la felicità del presidente D’Abundo vista l’età media della possibile distinta. Per quanto riguarda il mercato, freddezza in questo momento coi fratelli (gemelli) Massimo e Vittorio De Luise. L’ingresso, questo pomeriggio al “Mazzella”, lo ricordiamo a beneficio di tutti, sarà gratuito.

PROCIDA – Prima vera uscita, simile ad un battesimo del fuoco, per il Procida di Giovanni Iovine, che fra mille difficoltà, soprattutto logistiche, sta preparando la stagione agonistica che inaugurerà oggi. La squadra biancorossa ha svolto queste prime settimane di preparazione atletica divisa in gruppi: un primo si è allenato a Procida, mentre un altro sull’isola di Ischia, tutto andando ad oberare di lavoro mister Iovine. Intanto, per la partita di questo pomeriggio, il tecnico procidano dovrà fare a meno sia di Ciro Saurino che di Matteo Trani, entrambi squalificati per la competizione regionale. Sono questi i calciatori convocati da Giovanni Iovine per la spedizione al “Mazzella”: Lamarra, Lubrano W., Micallo, Lubrano P., Barone, Vanzanella, Costagliola A., Costagliola L., Muro, Cibelli, De Sanctis, Telese, Lubrano V., Mammalella, Annunziata, Peluso, Sammartano.

Tags

Add Comment

Click here to post a comment