Società

La magia di “Peter Pan” con i nostri ragazzi speciali

Anna Coppa | Proviamo ad immaginare i loro sorrisi, i loro occhi vispi, la loro emozione dinanzi ad un pubblico per la loro prima entrata in scena. Proviamo ad immaginare un palco, il sipario che si apre, e sembra già di sentirla la musica di sottofondo del musical di Peter Pan. Stiamo parlando dei ragazzi appartenenti al Progetto ideato dalla Cooperativa 12 Stelle San Michele, i nostri ragazzi “speciali”.

“La sfida che ci si è proposti è stata di costruire un percorso di durata di circa sei mesi con rappresentazione finale, coinvolgendo ragazzi Speciali e come tutors i loro coetanei. Ogni settimana un incontro di circa due ore di Educazione Teatrale, ed ogni volta  ne siamo usciti sempre più arricchiti ed emozionati. I nostri ragazzi ci hanno fatto tornare bambini. E ci hanno aiutato a trovare le chiavi giuste per poter aprire i loro mondi. Ricordandoci che solo chi sogna puo’ VOLARE. Si è scelto di mettere in scena una versione “speciale” ispirata al musical di Peter Pan. Partendo dalla TEATRALITÀ SPONTANEA, istintiva, naturale, sotto la guida degli insegnanti e dell’equipe tecnica, che hanno cercato di metterla in luce, di arricchirla, valorizzarla, farla “venir fuori” (maieutica), ma anche di contenerla e canalizzarla verso vie proficue. In ogni classe c’e un teatro, in cui i ragazzi si stanno raccontando: ci si è proposti di andare alla ricerca di questi teatri, senza dare per scontato i modelli culturali, e andando oltre le proprie risposte, ovvie e risapute. Il segreto per arrivare a questo è l’ atteggiamento ludico verso la vita, in modo che il pensiero divergente e creativo  abbia l’opportunità di venir fuori( Tutto col gioco ma niente per gioco- Baden Powell). Tra gli obiettivi quello di facilitare l’apprendimento e la padronanza di strumenti creativi, nella promozione del benessere e nella prevenzione del disagio scolastico/sociale. INCENTIVARE la motivazione individuale, prevenire il rischio di disinteresse e atteggiamenti di ostilità verso la conoscenza. SPERIMENTARE nuove possibilità comunicative e relazionali nella globalità dei linguaggi. APPRENDERE le diverse metodologie del rilassarsi, autoconcentrarsi, autogestirsi, e  l’utilizzo di diverse modalità espressive per le diverse situazioni. PADRONEGGIARE strumenti e modalità di espressione verbale e non verbale, attraverso l’espressione corporea, la danza creativa e la danza collettiva, il canto, la produzione sonora. SVILUPPARE le diverse capacità motorie e relazionali, liberandosi dagli stereotipi motori, sviluppando le capacità attentive e di concentrazione, attraverso il dominio delle risposte motorie inadatte e aggressive, incanalandole costruttivamente. ESPLORARE le potenzialità espressive nella elaborazione e soluzione dei problemi. PROMUOVERE lo sviluppo della capacità metarappresentativa, attraverso l’uso del linguaggio teatrale complesso e pluridisciplinare: corpo, movimento, suono, ritmo, gesto, parola e immagine”.

È così che si esprime Cristina per raccontare , in modo dettagliato, il lavoro dei ragazzi, dei terapisti, dell’intera equipe, in merito a questo Progetto Teatrale, i loro obiettivi.

Doveroso citare i protagonisti assoluti  di questo Progetto Musical SPECIALE: Responsabili e Coordinatori Dr.ssa Cristina Rontino, Dr.ssa Antonietta Verde, Dr. Francesco Impagliazzo. Con la partecipazione di tutto lo staff  della cooperativa, dei ragazzi dell’Istituto Alberghiero e i ragazzi del Liceo Statale di Ischia.

Il Progetto Teatro Peter Pan & Friends si pone come arricchimento del curricolo in ASL in orario extra curricolare, e viene proposto a tutti i ragazzi del quarto e quinto anno. Il loro compito sarà quello di fare da tutor a ragazzi con difficoltà (gli stessi ragazzi seguiti dall’equipe esterna sopra citata, e che frequentano l’ Istituto Alberghiero), favorendo con la loro presenza il processo di inclusione e nel contempo facendo esperienza con educatori professionali e psicologo, che mostreranno loro le strategie di insegnamento applicabili in questo caso all’esperienza teatrale, ma non solo.

Ad animare la serata del 18 Aprile, a strapparci un sorriso, a regalarci emozione:

Peter Pan: Aniello Mazzella

Capitan Uncino: Emanuele Zabatta

Spugna : Nello Barricelli

Mamma: Antonietta Verde

Papà: Biagio D’Arco

Trilly: Sofia Tiretti

Wendy: Eleonora Buono

Nana: Francesco Impagliazzo 

Coccodrillo: Giovanni Lamonaca

Michele: Alessia Cigliano

Capo Indiano:Maicon Trani

Gigio Tigrato: Raffaella Di Meglio

Bambini Sperduti:Laura Castagliuolo, Giovanna Cozzolino, Rosa Cannavacciuolo, Emanuela Calabrese, Raffaella Conte.

Pirata: Luca D’Orio

Voce Narrante: Martina Mattera/ Aiuto Regia : MAriella Moccia/ Cantante Solista: Laura Castagliuolo

Un Progetto meritevole, articolato da costanza,  condivisione, ma anche tanto amore. Un Progetto verso il quale c’è impegno, un lavoro duro. E il risultato di tutto questo percorso potremmo viverlo con tutti loro il 18 Aprile presso il TEATRO POLIFUNZIONALE ISCHIA, ore 19.30, ingresso libero.

Grandi cose sono possibili con il lavoro di squadra, perchè spesso le abilità sono più forti della disabilità.

Add Comment

Click here to post a comment